/ Scuola

Scuola | 21 maggio 2024, 19:20

Scuole domesi, si va verso un unico maxi Istituto Comprensivo?

A seguito della delibera regionale nel Vco dovranno essere soppresse due autonomie scolastiche. La scure potrebbe abbattersi su Domodossola

Scuole domesi, si va verso un unico maxi Istituto Comprensivo?

Quale sarà il futuro delle scuole domesi? La delibera regionale numero 331-8023 del 26 marzo 2024 ha indicato la necessità di ridurre, entro il prossimo anno (2025-2026), le autonomie scolastiche in provincia del Verbano Cusio Ossola di due unità. Una potrebbe essere nella zona del Verbano, l'altro scossone dovrebbe riguardare Domodossola.

Da settimane si rincorrono voci, incontri, riunioni e tavoli tecnici, per giovedì 23 maggio in Comune è convocato un nuovo tavolo tecnico mentre per venerdì 24 maggio è indetta un'assemblea sindacale da parte di tutte le sigle per discutere del futuro dimensionamento scolastico. C'è tanta preoccupazione, sia tra i genitori che tra il personale scolastico, ma la Regione difficilmente farà passi indietro.

Ma cosa potrebbe succedere a Domodossola? Le ipotesi al momento sarebbero  due.

Una prima ipotesi parlerebbe di un unico grande Istituto Comprensivo formato dalle scuole medie Floreanini (entrambe le sedi) più il 1° e il 2° Circolo Didattico (Milani e Kennedy). Quest'ipotesi incontrerebbe però delle difficoltà perché il numero complessivo degli studenti supererebbe i 1.600 e la Regione Piemonte avrebbe indicato come limite per gli Istituti Comprensivi 1.500 studenti.

Una seconda ipotesi invece vedrebbe lo smembramento delle Floreanini e la creazione di due Istituti Comprensivi: il primo con a capo le medie di via Terracini (ex Giovanni XXIII) e le primarie Kennedy, Trontano e Cosasca, oltre alle scuole dell'infanzia Collodi e Fernandez; il secondo con a capo le medie di via Ceretti (ex Ungaretti) e le primarie Milani, Masera e Calice oltre alle scuole dell'infanzia Terezin e Calice.

Entrambe le ipotesi porterebbero alla perdita di Dirigenze e, probabilmente, di personale Ata.

In particolare con un unico grande Istituto Comprensivo si perderebbero due Dirigenze e due direttori amministrativi (al momento i Presidi sono quelli del 1° e 2° circolo, oltre alla dirigenza delle Floreanini): con questo accorpamento si avrebbe un unico Dirigente e un unico Dsga.

Con la creazione di due Istituti Comprensivi, si avrebbe invece la perdita di un Dirigente Scolastico e di un Dsga (al momento i Presidi sono quelli delle Floreanini e del 1° Circolo).

Questa sembra essere una settimana decisiva, in cui potrebbero giungere delle indicazioni sulle scelte da adottare, anche se i numeri 'imposti' dalla Regione sembrano far propendere per un unico Istituto Comprensivo, visto che, se si decidesse di mantenerne due, il numero di alunni non raggiungerebbe il minimo richiesto dagli uffici regionali competenti.


Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di OssolaNews.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore