/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | 25 febbraio 2021, 18:36

Giovanni Francini lascia la carica di vicesindaco di Druogno, entrò in consiglio la prima volta nel 1968

Nel suo curriculum una grande quantità di cariche: sindaco, vicesindaco, assessore e presidente della Comunità montana, assessore provinciale sia a Novara che nel Vco

Giovanni Francini lascia la carica di vicesindaco di Druogno, entrò in consiglio la prima volta nel 1968

Un passo indietro, ma senza lasciare del tutto - per ora  il suo impegno nella pubblica amministrazione. Giovanni Francini, politico e amministratore vigezzino di lungo corso, si è dimesso dalla carica di assessore e vice sindaco di Druogno. Nessun dissidio con il sindaco Marco Zanoletti, tiene a precisare: semplicemente una scelta personale.

È una decisione – spiega - che ho fatto per ragioni lavorative, perché come geometra ho molti lavori da seguire e altre attività che potrebbero anche andare in conflitto con la carica amministrativa e dopo tanti anni di impegno pubblico, sembra giusto farmi da parte”.

Francini vanta davvero una lunga esperienza amministrativa nel Verbano Cusio Ossola e prima ancora nell’allora provincia di Novara: in Comune è stato eletto per la prima volta nel 1968, poi è stato sindaco per diversi mandati, a partire dal 1983. Non solo: è stato assessore nell’allora provincia di Novara e poi in quella del Vco. Senza contare l’impegno nell’ente montano.

Difficile condensare in poche righe tutto il suo lungo iter da amministratore pubblico. Un impegno mosso da grande passione: “Senza rimborsi spese e senza stipendio” sottolinea. Ma Giovanni Francini abbandonerà definitivamente l’impegno politico-amministrativo? “Farò il consigliere fino a fine mandato e - spiega - l’intenzione sarebbe davvero quella di non ricandidarmi più, si vedrà”.

Marco De Ambrosis

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore