/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | 22 giugno 2021, 10:00

“Calo demografico in Piemonte? Ragioniamo su una società che si regga su parametri diversi”

Montani (Lega): "E se ci vogliono più bambini e bambine, allora cerchiamo di incentivare le famiglie italiane, cosa che oggi nessuno fa"

“Calo demografico in Piemonte? Ragioniamo su una società che si regga su parametri diversi”

“I migranti compensano il calo demografico in Piemonte? Non lo so, ma in generale io penso che la popolazione non possa aumentare all’infinito, che il mondo è uno solo e che siamo già miliardi di persone. D’altronde il modello che teorizza la crescita all’infinito non funziona più e la pandemia che ci ha colpiti è forse un segnale che va proprio in questa direzione. Io credo piuttosto che dovremmo iniziare a ragionare attorno a una società nuova, in grado di reggere nonostante il crollo delle nascite, che peraltro nel Vco non si è verificato. E se ci vogliono più bambini e bambine, allora cerchiamo di incentivare le famiglie italiane, cosa che oggi nessuno fa. Perché ritengo che sia inutile accogliere qui stranieri che poi non trovano le condizioni per riuscire a vivere in maniera decorosa e che, adeguandosi alla realtà che incontrano, smettono di fare figli anche loro”.

Lo dichiara il senatore della Lega Enrico Montani, commentando i dati di Ires Piemonte sul calo demografico regionale e rispondendo alla provocazione di un quotidiano on-line che ha invitato il partito di Salvini a riflettere sul fatto che soltanto gli stranieri compenserebbero lo squilibrio che si è creato.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore