/ Politica

Politica | 13 giugno 2024, 17:00

Stefano Costa (Italia Viva): "Urge una riforma della legge elettorale piemontese"

Dopo l'esito delle elezioni regionali, il candidato di Stati Uniti d'Europa sottolinea come il Vco rischi di rimanere senza rappresentanti

Stefano Costa (Italia Viva): "Urge una riforma della legge elettorale piemontese"

“Desidero esprimere la mia più sincera gratitudine a tutti coloro che mi hanno sostenuto durante le recenti elezioni regionali in Piemonte. Con 623 preferenze su 1.728 voti della lista "Stati Uniti d'Europa" nella circoscrizione del Verbano Cusio Ossola, mi colloco in sesta posizione, a livello regionale, su circa 500 candidati, in termini di percentuale di preferenze rispetto ai voti di lista. Un risultato personale significativo che, tuttavia, non può nascondere la delusione complessiva per l'esito elettorale”. Così Stefano Costa, presidente di Italia Viva del Verbano Cusio Ossola, commenta i risultati delle elezioni regionali dell’8 e 9 giugno.

“La coalizione di centro-sinistra, di cui abbiamo fatto parte a sostegno della candidata presidente Pentenero, ha ottenuto il 33,69% dei voti, classificandosi al secondo posto dietro al governatore uscente Alberto Cirio, che ha raggiunto il 55,54% dei consensi – prosegue Costa -. Purtroppo, la nostra campagna elettorale è partita tardivamente rispetto alla coalizione di centro-destra, un fattore che ha inciso sicuramente sui risultati finali ma questo fattore non giustifica le divisioni interne alle forze di opposizione attualmente presenti in Parlamento e nelle regioni governate dal centrodestra, che non sono riuscite a trasmettere un messaggio chiaro all'elettorato”.

Questa esperienza mi porta a sottolineare ancora una volta – evidenzia il presidente di Italia Viva - l'iniquità dell'attuale legge elettorale della regione Piemonte. La provincia del Verbano Cusio Ossola, la più piccola per popolazione ma la quarta per estensione territoriale, non ha la possibilità di esprimere un proprio eletto se il partito di riferimento non raggiunge almeno il 40% dei consensi a livello regionale. Questo sistema penalizza gravemente il nostro territorio, impedendoci di avere una rappresentanza adeguata”.

“A meno di eventuali ripescaggi da parte del presidente Cirio, legati alla nomina dei primi eletti in giunta regionale, la nostra provincia rischia di rimanere senza rappresentanti eletti. Come presidente di Italia Viva del Verbano Cusio Ossola – continua Costa - continuerò a lavorare per difendere gli interessi del nostro territorio e per contribuire al rafforzamento di una forza di centro capace di rappresentare una valida alternativa alle attuali coalizioni di governo e opposizione, in sintonia con l'unica nostra eletta in consiglio regionale: la torinese Vittoria Nallo”.

“Il mio impegno – conclude - sarà rivolto anche a riconquistare la fiducia di quell'ampia fetta di elettorato che non si è recata alle urne perché non si sente rappresentata. È fondamentale lavorare per una riforma elettorale che garantisca una rappresentanza equa per tutte le province, valorizzando l'importanza di ogni singolo voto e per raggiungere questo obiettivo faccio un appello a tutte le forze politiche della nostra provincia a lavorare uniti. Ringrazio nuovamente tutti i sostenitori per la fiducia accordata e rinnovo il mio impegno a favore del nostro territorio".

l.b.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di OssolaNews.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore