/ Viabilità e trasporti

Viabilità e trasporti | 31 marzo 2022, 19:00

Procede l'iter per l'ampliamento del corridoio sull'asse Lötschberg-Sempione

Consentirà il transito di treni merci con contenitori di quattro metri d'altezza fino ai terminali di trasbordo della zona di Milano-Novara.

Procede l'iter per l'ampliamento del corridoio sull'asse Lötschberg-Sempione

L'Ufficio federale dei trasporti ha stilato un dettagliato regolamento con il gestore dell'infrastruttura italiano RFI riguardo le modalità tecniche di ampliamento del corridoio di 4 metri sull'asse del Lötschberg-Sempione. L'ampliamento consentirà il transito di treni merci con contenitori di quattro metri d'altezza fino ai terminali di trasbordo della zona di Milano/Novara.

Lo rende noto l’Ufficio federale Trasporti svizzero, ricordando che nell'autunno 2020, a Locarno, la consigliera federale Simonetta Sommaruga e la sua omologa italiana Paola de Micheli avevano firmato un accordo sull'ampliamento della linea ferroviaria Lötschberg-Sempione. Questo prevede che l'Italia s'impegni ad ampliare la tratta sul proprio territorio entro il 2028, in modo da consentire il trasporto senza interruzioni di semirimorchi di quattro metri di altezza agli angoli fino alla zona di Milano/Novara. La Svizzera, come comunicato alla sottoscrizione, contribuirà con circa 148 milioni di franchi, considerato che l'ampliamento è anche nell’interesse della nostra politica di trasferimento del traffico. Sulla base di tale accordo, l’Ufficio federale dei trasporti (UFT) e RFI, il gestore dell’infrastruttura italiano, hanno ora definito le modalità di attuazione in una convenzione congiunta, secondo la quale i 148 milioni di franchi saranno versati a RFI in funzione dell'avanzamento dei lavori. La convenzione disciplina inoltre nei particolari le scadenze di esecuzione dei lavori, gli obblighi reciproci nonché la collaborazione nell'ambito della sorveglianza del progetto e della procedura di aggiudicazione. La Svizzera controllerà costantemente l'impiego dei contributi finanziari e potrà interrompere i pagamenti nel caso in cui l'Italia non dovesse adempiere agli obblighi. L'ampliamento del corridoio di 4 metri su entrambi gli assi Alptransit Lötschberg-Sempione e San Gottardo rappresenta un elemento importante della politica svizzera di trasferimento del traffico, poiché nel settore dei trasporti e della logistica è sempre più frequente l'uso di semirimorchi con altezza agli angoli di quattro metri. Per la realizzazione del corridoio il Parlamento ha approvato un credito totale di 990 milioni di franchi, che ne comprende 280 milioni per misure in Italia. Oltre ai 148 milioni di franchi sull'asse Lötschberg-Sempione, la Svizzera ne ha investiti 120 sulla linea di Luino, dove RFI ha eseguito i lavori rispettando sia il calendario sia il limite di spesa concordati e la tratta è in esercizio da fine 2020. Sul territorio svizzero la costruzione del corridoio di 4 metri si è conclusa con l'apertura, a fine 2020, della nuova galleria del Bözberg. Tra Basilea e il versante meridionale delle Alpi si contano in totale 170 misure di ampliamento, in particolare gallerie, pensiline, linee di contatto, segnali e cavalcavia.

.

Renato Balducci

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore