/ Politica

Politica | 28 maggio 2022, 16:06

I Circoli ossolani del Pd: "L'ospedale plurisede, un modello fallimentare"

"A conclusione della pochezza delle proposte della Regione, vi è l' assenza di un Piano Sanitario sul quale Cirio nulla ha detto"

I Circoli ossolani del Pd: "L'ospedale plurisede, un modello fallimentare"

Per quanto i contenuti fossero già stati fatti trapelare, la presentazione delle proposte  del Presidente Cirio, è comunque riuscita a sorprenderci per la pochezza ed approssimazione delle argomentazioni portate.
Cerchiamo di capire cosa propone la Regione.
Nessun nuovo Ospedale nel VCO
Questo quando, nel corso di questi anni, i cittadini attraverso i Sindaci e gli operatori del settore  - da ultimo la posizione dell' ordine dei medici- avevano manifestato in modo chiaro la necessità di un ospedale unico provinciale quale polo di una Sanità di eccellenza.
E' il Territorio che deve decidere
La Regione torna a ribaltare sulla litigiosità del VCO la propria incapacità ad assumersi la responsabilità di decisioni che, istituzionalmente, sono le sue . E' un po' come il gioco dell' oca e Cirio vuole spostare indietro di 10-20 anni le lancette del tempo, dimenticando che il Territorio una decisione l' aveva già espressa.
200 milioni per i due Ospedali
In fondo torna l' idea di un “Ospedale Unico Plurisede”, rinforzato con una iniezione corposa di soldi.  Non si tiene conto della prova fallimentare di quel modello, delle conseguenze nefaste sui cittadini con un incremento esponenziale della mobilità sanitaria fuori Provincia e fuori Regione.
I due DEA
La dichiarazione del mantenimento dei due DEA è in chiaro contrasto con i parametri previsti da una Legge dello Stato del 2015 che non consente due DEA per un Territorio di poco più di 160.000 abitanti. Legge tuttora in vigore.  

A conclusione della pochezza delle proposte della Regione, vi è l' assenza di un Piano Sanitario sul quale Cirio nulla ha detto.
Per l' Ossola, Territorio pienamente montano, la soluzione della “QUESTIONE OSPEDALE”, per quanto importante, da sola non può soddisfare la domanda di Sanità dei nostri cittadini.
Le valli, così come i fondo valli, richiedono l' articolazione di una rete di Presidi di Sanità Territoriale che con l' “Ospedale di Eccellenza” si integrino e si supportino.
Noi osserviamo sul nostro Territorio il fiorire di Strutture private che già svolgono i compiti propri di una Sanità Territoriale e ciò prefigura, a nostro avviso, uno dei percorsi di privatizzazione della sanità pubblica.
Il coordinamento dei Circoli Ossolani del Partito Democratico è convinto della necessità che i sindaci del Territorio del VCO tornino a confrontarsi per richiamare la Regione alle proprie responsabilità e ribaltare la sostanza di una proposta fallimentare per tutti.
Il coordinamento dei Circoli del partito Democratico è altresì disponibile al confronto con quanti vogliono battersi per una idea di Sanità di Eccellenza che abbia al centro l' Ospedale Unico unito ad una forte rete di Sanità Territoriale.

Il Coordinamento dei Circoli Ossolani PD

C.S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di OssolaNews.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore