/ Politica

Politica | 10 maggio 2024, 11:20

Sanità pubblica, il Pd domese: "Grande preoccupazione per la popolazione e forte condanna al Governo"

Il partito ha inviato una lettera aperta all'Asl Vco per esprimere le proprie perplessità riguardo la complessa situazione servizio sanitario del territorio

Sanità  pubblica,  il Pd domese: "Grande preoccupazione per la popolazione e forte condanna al Governo"

Il Circolo Pd di Domodossola interviene sulla complicata situazione della sanità pubblica, in particolare nel nostro territorio. “Condividiamo la forte preoccupazione di tutto il nostro Partito e della parte svantaggiata di concittadini per lo stato comatoso in cui versa il Servizio Sanitario Nazionale”, si legge in una lettera aperta inviata dai rappresentanti del Pd domese all’Asl Vco, e che è stata inviata in copia anche al sindaco Lucio Pizzi. Questo il contenuto della lettera:

“Grande è il disagio della gran parte della popolazione che, quando non rinuncia alle cure, viene dirottata – diremmo costretta...- ad arricchire una sanità privata, sempre più avvantaggiata negli anni a discapito del Servizio Pubblico. Forte è la condanna per i Partiti di Governo Nazionale che si fingono ancora opposizione, scaricano su chi li ha preceduti le proprie responsabilità anziché dimostrare le millantate capacità salvifiche propagandate in campagna elettorale.

Altrettanto forte è lo sconforto verso il Governo Regionale per quanto appare incapace e inadeguato, non riuscendo a dare risposte serie e precise al bisogno di Sanità Pubblica, in particolare sul nostro Territorio. Le passerelle pre-elettorali del Presidente Cirio ad inaugurare qualche operazione spot – certamente utile se realizzata in un contesto sanitario organizzato, comunque meglio che niente! - danno l’impressione della classica (piccola) cattedrale nel deserto.

Poi, nella nostra provincia, il campanilismo di alcuni amministratori locali ha trascurato di porre al centro dell’attenzione mediatica il problema del Servizio Sanitario nella sua totalità, a favore di una visione solo ospedalecentrica, per un più facile consenso elettorale.

Per tutto quanto sopra esposto, chiediamo alla Direzione di questa Azienda Sanitaria, per quanto di sua competenza, quali azioni intende mettere in atto per fronteggiare emergenze come:

•          la lunghezza delle liste d' attesa;

•          la scarsità del personale (in particolar modo personale infermieristico);

•          le condizioni di lavoro frustranti degli operatori, spinti a scegliere altri distretti, anche esteri, così come a rendere deserti i bandi per nuove assunzioni;

•          la asfittica gestione della Sanità Territoriale;

•          il continuo e preoccupante -sia per l' economia che per la sicurezza- impiego di gettonisti;

•          l' estensione del sistema di esternalizzazione di servizi diversi, con sempre maggior impiego  di risorse economiche.

Nel contempo chiediamo all' Amministrazione cittadina, al Consiglio Comunale e, in primis, al Sindaco, quale autorità sanitaria locale, di unirsi a questa pubblica lettera e di riportarla nelle sedi opportune”.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di OssolaNews.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore