/ Attualità

Attualità | 21 settembre 2021, 10:00

Vivere la terra come un tempo ma con le conoscenze moderne

Si è svolta sabato al Comune di Calasca la presentazione della “Comunità rigenerativa”

Vivere la terra come un tempo ma con le conoscenze moderne

Sabato scorso, presso la ex palestra comunale di Castiglione Ossola e nel Municipio di Calasca, si sono tenuti gli incontri di presentazione della “Comunità rigenerativa” per spiegare il progetto di riqualificazione del territorio.

Coordinatore esterno dell’associazione Marco Bertaglia. Di origini novaresi e vissuto a Ornavasso, ricercatore d’ufficio, dal 1992 ha iniziato a studiare scienze forestali e agro ecologia.

Isabel la Coordinatrice interna, nata in Colombia ma di origini italiane è una pianista convertita all’agricoltura.

Michele un insegnante e ricercatore che vorrebbe vivere “senza causare danni agli altri”.

A Castiglione, il luogo scelto per realizzare il loro progetto, hanno avuto in comodato d’uso alcuni terrazzamenti incolti che vorrebbero rigenerare “vivendo la terra come un tempo ma con le conoscenze moderne”.

Il loro scopo è di tendere all'autosufficienza non solo alimentare ma anche energetica riscoprendo il sapere tradizionale e sostenendosi con un'economia di scambio senza entrare nel sistema economico-finanziario consueto e riducendo al massimo il bisogno di denaro.

Da qualche settimana hanno iniziato la semina delle verze e da pochi giorni quella della segale (di una varietà svizzera adatta alla montagna).

La semina avviene attraverso la pacciamatura senza intaccare il terreno con la vangatura. Questo metodo permette di limitare la crescita delle erbe infestanti favorendo lo sviluppo dei prodotti come avviene in natura limitando il bisogno d’acqua e mantenendo soffice il terreno.

Sono diversi i modi per aderire all’associazione che punta principalmente sul dialogo con la comunità per imparare ma anche per “progettare” insieme i modi più idonei per una produzione di qualità.

Gli abitanti di questo piccolo villaggio anzaschino hanno accolto con favore questa iniziativa pur avanzando qualche perplessità e riconoscendo che la riqualificazione del territorio, condizione necessaria per concretizzare il progetto, si riflette positivamente su tutta la comunità.

Marco Sonzogni

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore