/ Ambiente

Ambiente | 14 aprile 2022, 18:55

Elettrodotto Terna, dal Comitato Mo.N.Te. nuove osservazioni al Ministero

Giorni fa è stato presentato un dossier di 100 pagine sulla razionalizzazione della linea elettrica tra Formazza e la bassa Ossola

Elettrodotto Terna, dal Comitato Mo.N.Te. nuove osservazioni al Ministero

‘’E’ un nuova osservazione nella quale abbaimo integrato altre cose per ribadire i nostrui dubbi ’’. Così Gianfranco Mazzocco spiega il corposo malloppo di carte inviato pochi giorni fa al Ministero della Transizione Ecologica. Un dossier di 100 pagine sulla razionalizzazione della rete a 220 kv della Valle Formazza. Lo ha fatto come responsabile del Movimento Mo.N.Te.,  sorto in paese per chiedere attenzione al territorio in questa fase di realizzazione della nuova rete elettrica che dall’alta Formazza scende verso la bassa Ossola.

Il dossier comprende diverse osservazioni e alla fine chiede che ‘‘vengano trovate soluzioni che rispondano alle prescrizioni contenute del Ppr e nella Convenzione delle Alpi, ma anche la ragionevole richiesta di attenzione rispetto alla possibilità di sviluppo del territorio’’.

Il progetto di Terna è contestato in alcune località ossolane, soprattutto a Montecrestese e Crodo. Per il comitato ‘’non è accettabile che all’Ossola venga richiesto un ulteriore sacrificio che mette ancora una volta il territorio in secondo piano rispetto ad esigenze energetiche del Paese. Da decenni guardiamo ad altre realtà dell’arco alpino con invidia e rispetto per la capacità di far rispettare il loro territorio. Le soluzioni tecnologiche per rispettarlo ci sono e sono state applicate altrove’’.

La relazione si chiude con ad ‘’attuare varianti al progetto che prendano in considerazione

 Alternativa quali l’interramento dei cavi e  tutte le possibili variazioni di tracciato degli elettrodotti aerei che minimizzino gli effetti dannosi per popolazione, ambiente e paesaggio’’.

Renato Balducci

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore