/ Politica

Politica | 27 aprile 2022, 18:50

Riorganizzazione sanità, amministrazione Crevoladossola alla Regione: “Fate presto, il Vco non può più aspettare”

“Sono passati anni nell’eterna discussione sulla sanità del Vco e sembra che non sia cambiato nulla: ora è il momento delle scelte e della chiarezza”

Riorganizzazione sanità, amministrazione Crevoladossola alla Regione: “Fate presto, il Vco non può più aspettare”

“La Regione Piemonte della sua massima espressione, il presidente Cirio, nel luglio del 2019 ha preso con il territorio Ossolano e di tutto il VCO, l'impegno politico a fare un importante investimento in materia sanitaria in Ossola. Lo stesso impegno importante era stato preso dalla precedente giunta nel 2015, quantificato nell'ordine dei 250 milioni di Euro per l’ospedale di Ornavasso.

I sindaci nella loro stragrande maggioranza hanno sempre sottoscritto le proposte che gli furono sottoposte (nel 2019 la proposta fu solo agli ossolani, ben inteso), Crevoladossola lo ha fatto, mostrando comunque sempre disponibilità nel confronto di una progettualità che comprendesse un significativo impegno economico della Regione, Regione Piemonte che è l’organo preposto a deliberare il piano sanitario regionale.

È da chiarire che non tocca ai sindaci risolvere problemi e trovare soluzioni sui temi sanitari. Chiediamo che la regione onori i suoi impegni garantendo un importante investimento che sia economicamente paragonabile a quello proposto nelle scorse legislature.

Sappiamo che su questo tema il Vco si dividerà, proprio per questo non è corretto buttare la palla in campo chiedendo al territorio di esprimersi, perché questa sarebbe semplicemente l'occasione per non  fare l'investimento promesso con la scusa della non unitarietà, ma proprio di fronte all'inevitabile divisione del territorio è imprescindibile che sia il soggetto preposto all’approvazione del piano sanitario, ossia la regione, a fare un passo in avanti prendendosi oneri e onori, e noi ovviamente ci auguriamo che sia una proposta di buon senso e di equilibrio nel comune interesse.

Richiamiamo dunque la regione a farsi carico del proprio ruolo e dei propri impegni senza abdicare alle sue responsabilità politiche ed istituzionali. Al punto in cui siamo, con le spese sanitaria fuori controllo, la mancanza di personale e l’incertezza sugli scenari futuri che non consente ai sanitari di fare delle scelte professionali in modo adeguato, non si può tergiversare, dopo venti anni di dibattiti e di atti formali mai conclusi, qualsiasi scelta concreta è preferibile al continuare a non scegliere. Sono passati anni nell’eterna discussione sulla sanità del VCO e sembra che non sia cambiato nulla, quindi ora è il momento delle scelte e della chiarezza. Fate presto perché il territorio non può più aspettare”.

Così in una nota stampa il sindaco, Giorgio Ferroni, e la maggioranza di Crevoladossola.



C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore