/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 02 ottobre 2022, 14:00

Nuovo libro per l'ossolano Alberto 'Dellas' Dellapiazza

Il 40enne originario di Cosasca si è 'scoperto' scrittore durante la pandemia

Nuovo libro per l'ossolano Alberto 'Dellas' Dellapiazza

Dopo il discreto successo del primo libro (Gli anni 90 visti da un quarantenne che festeggia i compleanni in quarantena) è uscito il secondo lavoro di Alberto Dellapiazza: '40 manuale per l'uso'

“Questo testo è una sorta di esperimento : è autoprodotto, a partire da impaginazione, copertina ed editing. È artigianale e si vede, sia nel bene che nel male. Non lo considero un libro ma un vero e proprio manuale, un libretto d'istruzioni come quello che troviamo nelle confezioni dell'Ikea. È scritto in modo chiaro e scorrevole ed i capitoli si susseguono uno dopo l'altro senza seguire la logica dell'editoria classica. Troverete capitoli ad inizio pagina, altri a metà ed altri ancora in fondo” spiega Alberto.

“Il manuale racconta come affrontare i 40 anni senza troppi pensieri e preoccupazioni seguendo la strada della leggerezza e del divertimento. Quello che vorrei è vedere un lettore ridere, sorridere ed immedesimarsi in ciò che legge” spiega ancora l'autore.

“Sono nato e cresciuto in Ossola e le mie radici sono fortemente ancorate al territorio; la mia famiglia vive ancora a Cosasca ed anche in questo testo (come nel primo) ci sono riferimenti indiretti alle nostre valli” racconta Alberto.

E proprio per il suo forte legame con l'Ossola Alberto Dellas ha già in cantiere un terzo libro: “Il prossimo sarà interamente ambientato in Ossola, una sorta di racconto molto autobiografico con persone e luoghi del posto” sottolinea Alberto.

Una passione quella per la scrittura scoccata durante la pandemia: “Scrivo da sempre perché mi mette di buon umore ma con la pandemia mi è scattata la molla; c'era chi cucinava e chi scriveva”.

Il libro si può trovare su Amazon e a Domodosola presso la Bottega C@avicchi e presso Acconciature Maryele. “Voglio ringraziare i titolari dei due negozi Elena e Dario perché hanno da subito manifestato una gentilezza fuori dal comune ed un entusiasmo incondizionato ( forse anche più di me)” conclude Alberto.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore