/ Politica

Politica | 28 novembre 2022, 13:00

Vigili del fuoco senza autoscala, Pizzi scrive al ministro: “Necessario che resti stabilmente a Domodossola”

Il mezzo in dotazione viene utilizzato da altri comandi; il sindaco domese: “E' un ausilio imprescindibile per il distaccamento; l''invio dalla sede di Verbania è penalizzante operativamente”

Foto Archivio

Foto Archivio

Il sindaco di Domodossola, Lucio Pizzi, ha scritto al ministro degli interni Matteo Piantedosi in merito all’autoscala del distaccamento dei Vigili del Fuoco. Pizzi chiede che l'indispensabile mezzo speciale resti stabilmente nel capoluogo ossolano, visti i continui spostamenti in altre località fuori provincia.

L'autoscala nel 2022 -segnala il primo cittadino- è stata trasferita temporaneamente in vari comandi per tempi brevi e al Comando di Torino per un periodo di quattro mesi. Rientrata a Domodossola solo pochi giorni fa è oggi nuovamente trasferita, questa volta al Comando di Imperia, senza che se ne conoscano i tempi di rientro”. Pizzi nella missiva sottolinea come “l’invio dell’autoscala dalla sede centrale, sita nel capoluogo di provincia, risulta decisamente penalizzante sotto l’aspetto operativo”.

Di seguito il testo integrale della lettera.

Gentilissimo Sig. Ministro,

come ben sa un Sindaco riceve continue e costanti sollecitazioni ad attivarsi per il bene del proprio territorio.

Personalmente ritengo doveroso che un amministratore non lasci nulla di intentato nell’ottica di tutelare gli interessi della propria comunità, che ha inteso riporre in lui stima e fiducia.

Fatta questa premessa, mi permetto rivolgermi cortesemente alla S.V. per ribadire la necessità di avere la presenza stabile di un’autoscala presso il Distaccamento dei Vigili del Fuoco di Domodossola.

Dalle informazioni in mio possesso il Distaccamento dei Vigili del Fuoco di Domodossola fu dotato, per la prima volta, di questo indispensabile supporto tecnico-operativo nel mese di giugno del lontano 1984

Da allora il Distaccamento domese ha sempre potuto contare sulla dotazione di un’autoscala che, quasi pleonastico rimarcarlo, rappresenta imprescindibile ausilio per un servizio così importante come quello svolto dai Vigili del Fuoco.

Giova evidenziare che il Distaccamento di Domodossola ha anche competenza per il soccorso tecnico urgente su territorio svizzero (precisamente in Comune di Gondo, appartenente alla confederazione elvetica ma per ragioni geografiche e di collegamento più prossimo alla realtà ossolana) in forza di convenzione stipulata negli anni passati.

Dopo queste necessarie considerazioni vengo alla situazione attuale che vede, in questo 2022, l'autoscala in dotazione ai Vigili del Fuoco di Domodossola trasferita temporaneamente in vari comandi per tempi brevi e al Comando di Torino per un periodo di quattro mesi.

Rientrata a Domodossola solo pochi giorni fa, l’autoscala è oggi nuovamente trasferita, questa volta al Comando di Imperia, senza che se ne conoscano i tempi di rientro.

Per contestualizzare il problema va evidenziato che, considerata la tipologia di emergenza che i Vigili del Fuoco si trovano ad affrontare, l’invio dell’autoscala dalla sede centrale, sita nel capoluogo di provincia, risulta decisamente penalizzante sotto l’aspetto operativo.

Di conseguenza emerge chiara la necessità che il Distaccamento dei Vigili del Fuoco di Domodossola sia dotato in via continuativa di una propria autoscala: indiscutibile priorità se si vuole, e non ho dubbi al proposito, mantenere il servizio di soccorso a livello qualitativamente elevato.

Mi permetto quindi di perorare questa causa in nome della mia comunità, fiducioso che la problematica sottoposta possa trovare la giusta attenzione.

Di ciò ringrazio anticipatamente.

In attesa di un cortese cenno di riscontro, si inviano i saluti più cordiali”.

Il sindaco

Lucio Pizzi

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore