/ Cronaca

Cronaca | 24 gennaio 2023, 14:01

Nel 2022 sanzioni della Polizia Locale domese per oltre 350mila per violazioni al codice della strada

Non è stata redatta alcuna ordinanza di trattamento sanitario obbligatorio in quanto, sul territorio comunale, non risultano più operativi i presidi medici specialistici, indispensabili al completamento di questa istruttoria

Nel 2022 sanzioni della Polizia Locale domese per oltre 350mila per violazioni al codice della strada

Ecco il resoconto delle attività del Corpo della Polizia Locale domese del 2022. Un anno intenso per i 12 componenti del corpo. Anche per il passato anno Polizia Locale sotto organico rispetto alle 22 unità ottimali stabilite dalla legge regionale. Un 2022 che ha visto crescere le sanzioni dopo due anni caratterizzati dai lockdown.

FUNZIONI DI POLIZIA STRADALE ARTT.11 E 12 CODICE DELLA STRADA

AVVERTENZA: L’ammontare degli introiti delle sanzioni per violazioni al Codice della Strada può essere confrontato con quello di altre città italiane (fonte Centro studi impresa Lavoro su dati SIOPE - ISTAT biennio 2017/2018 pro capite residenti maggiorenni): Milano € 123,67 – Torino € 53,74 – Bologna € 92,30 – Roma 58,36 – Napoli € 41,39 - Novara € 19.96. Vedi link: https://impresalavoro.org/tag/multe/

Nella Città di Domodossola, adottando come parametro di calcolo la media del biennio 2020/2021 riferito ai soli maggiorenni residenti n.15.578 dato 2021, il dato delle sanzioni effettivamente incassate si attesta ad € 13,28 introitati annualmente pro capite (per maggiorenni residenti), a dimostrazione oggettiva di una situazione di generalizzato rispetto delle norme del Codice della Strada, senza alcun intento vessatorio dell’organo di polizia stradale locale nei confronti dell’utenza.

FUNZIONI POLIZIA GIUDIZIARIA – INDAGINI DI MAGGIORE RILIEVO

GENNAIO

- Due persone denunciate per Molestia o disturbo alle persone: art. 660 C.P.

- Due persone denunciate per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità: art. 650 C.P. in relazione alla mancata esecuzione di ordinanza comunale che imponeva la rimozione di amianto da un edificio nel centro urbano

FEBBRAIO

- Una persona denunciata per Minaccia a Pubblico Ufficiale: art. 336, comma 2 C.P. . L’autore del reato aveva reagito ad un controllo della pattuglia della Polizia Locale

- In esito a controlli sull’attività edilizia denunciate tre persone per la violazione all’art. 44 c. 1 del d.p.r. 380/2001, per la realizzazione di opere edilizie, senza permesso di costruire

MARZO

- Redatte notizie di reato per violazioni all’art. 181 del d. lgs. 42/2004 in combinato disposto con l’art. 44 c. 1 lettera c) del d.p.r. 380/2001 – attività edilizie senza autorizzazioni paesaggistiche

- Una persona denunciata nel quadro delle verifiche delle dichiarazioni dei percettori del ”reddito di cittadinanza”, per violazione dell’art. 7, D.L. 28 gennaio 2019, n. 4, convertito in Legge 28 marzo 2019, n. 26

APRILE

-  Nel quadro delle verifiche delle dichiarazioni dei percettori del ”reddito di cittadinanza” un persona denunciata per falso ideologico commesso dal privato in atto pubblico”: art. 483 C.P.

-  Una persona denunciata per violazione all’art. 186, comma 2 bis Codice della Strada per aver provocato incidente alla guida di veicolo, con tasso alcolemico di 2,18 g/l. Eseguiti ritiro patente e sequestro del veicolo.

-  Individuato l’autore del furto di arredi di un pubblico esercizio del centro storico, in violazione agli artt. 624 c.p. e art. 625, c. 1 numero 7) c.p. (furto di bene esposto per destinazione alla pubblica fede)

MAGGIO

- A seguito di sinistro stradale (tra autoveicolo e ciclomotore) una persona è stata denunciata per violazione all’art.590 bis c.p. Lesioni personali

- A seguito di articolata attività di indagine una pattuglia della Polizia Locale individuava in flagranza l’autore di vari reati all’interno del Cimitero di Domodossola: l’autore è stato denunciato a piede libero per violazione agli artt. 624 C.P commi 1° e 3° ed art.625 comma 1° numeri 2 - 3 – 5 e 7 ed ultimo comma (concorso di più aggravanti), ulteriormente aggravato ex art.61 C.P. comma 1° n.5 (per avere profittato di circostanze di tempo, di luogo tali da ostacolare la pubblica o privata difesa) – furto con violenza sulle cose, portando indosso armi senza farne uso, commesso da persona travisata, su cose (arredi funebri) esistenti in uffici o stabilimenti pubblici (cimitero di Domodossola), [...] o esposte per necessità o per consuetudine o per destinazione alla pubblica fede, o destinate a pubblico servizio o a pubblica utilità, difesa o reverenza - 633 C.P. comma 1°, in relazione all’art.639 bis – Invasione di edificio pubblico (cimitero di Domodossola) al fine di occuparlo - 635 C.P. comma 2° n.2 - Danneggiamento, con riferimento alle cose di cui all’art.625 comma 1° n.7, (arredi funebri) esistenti in uffici o stabilimenti pubblici (cimitero di Domodossola), [...] o esposte per necessità o per consuetudine o per destinazione alla pubblica fede, o destinate a pubblico servizio o a pubblica utilità, difesa o reverenza - 407 C.P. violazione di sepolcro - 408 C.P. vilipendio delle tombe. La stessa persona, sottoposta a perquisizione personale e locale, è stata trovata in possesso di n.1 taglierino e n.2 coltelli, strumenti da punta o da taglio atti ad offendere, chiaramente utilizzabili, per le circostanze di tempo e di luogo, per l'offesa alla persona e denunciata anche per violazione all’art. 4 commi 2° e 3° L. 18.04.1975 n. 110 – porto senza giustificato motivo, fuori della propria abitazione o delle appartenenze di essa.

- In esito a controlli sull’attività edilizia una persona denunciata per violazione all’art. art. 44 del d.p.r. 380/2001, per aver realizzato due manufatti edilizi, senza i prescritti permessi di costruire

GIUGNO

-Individuato e denunciato a piede libero l’autore di “percosse”: art. 581 C.P. e “violenza privata”: art. 610 C.P., un aggressione perpetrata di giorno, in una via centrale della Città

- Denunciato l’autore della violazione all’art. 255 comma 3 del d. lgs. 152 del 2006, avente per oggetto l’omessa demolizione di un veicolo fuori uso abbandonato, commessa con l’inottemperanza all’ordinanza sindacale di avvio allo smaltimento e recupero, poi eseguito d’ufficio dal Comune

LUGLIO

- Denunciato al Tribunale dei Minorenni l’autore del furto di una mountain bike (art. 624 C.P.),

con le circostanze aggravanti della violenza sulle cose e della esposizione della cosa alla pubblica fede (art. 625, numeri 2 e 7 C.P.). La bicicletta è stata restituita al legittimo proprietario

- Denunciato l’autore del furto di arredi di un pubblico esercizio del centro storico per violazione degli artt. 624 c.p. e 625, c. 1 numero 7) c.p. (furto di bene esposto per destinazione alla pubblica fede)

AGOSTO

- Individuato e denunciato l’autore di danneggiamenti: art. 635 c. 2 numero 1) C.P. “danneggiamento di bene esposto alla pubblica fede”, degli arredi di un pubblico esercizio del centro storico

- Denunciata una persona per violazione all’art. 650 c.p. “inottemperanza dei provvedimenti dell’Autorità”, per non aver ottemperato ad ordinanza di rimozione di amianto da un edificio del centro urbano

- A seguito di sinistro stradale (tra autoveicoli) una persona è stata denunciata per violazione all’art.590 bis c.p. Lesioni personali

OTTOBRE

- Individuato e d enunciato l’autore di Art. 637 C.P. “Ingresso abusivo nel fondo altrui” - Art. 633 C.P. “Invasione di terreni ed edifici” - Art. 56 C.P. con riferimento agli artt. 638, c. 2 C.P. (“Uccisione o danneggiamento di animali altrui”) e 544, c. 2 C.P. (“Maltrattamento di animali”)

- A seguito di sinistro stradale (tra autoveicolo e motoveicolo) una persona è stata denunciata per violazione all’art.590 bis c.p. Lesioni personali

DICEMBRE

-  Denunciato a piede libero l’autore di “violenza o minaccia a pubblico ufficiale” art.336 C.P. avvenuta preso gli uffici del Comando in danno di operatori della Polizia Locale per ottenere l’annullamento di una violazione amministrativa

-  Denunciato l’autore del furto di arredi di un pubblico esercizio del centro storico per violazione degli artt. 624 c.p. e 625, c. 1 numero 7) c.p. (furto di bene esposto per destinazione alla pubblica fede)

-  A seguito di articolata indagine individuato l’autore della spaccata di una vetrina di un negozio del centro. Denunciato per violazione all’art. 635, c. 2 numero 1) C.P.: “danneggiamento di bene esposto alla pubblica fede".

FUNZIONI AUSILIARIE DI PUBBLICA SICUREZZA – SICUREZZA URBANA E COLLABORAZIONE ATTIVITA’ DI TUTELA DELL’ORDINE PUBBLICO – PROTEZIONE CIVILE

E’ proseguita l’attuazione del dispositivo interforze, nell’ambito dell’emergenza pandemica. Notevole è stato l’impegno della Polizia Locale per l’organizzazione dei servizi di competenza in occasione delle manifestazioni pubbliche, con predisposizione di segnaletica temporanea e relative ordinanze di regolamentazione del traffico.

Il Corpo di P.L. ha inoltre prestato la propria opera nell’ambito delle funzioni istituzionali di Protezione Civile. Il Comando del Corpo di Polizia Locale ha provveduto alla redazione ed esecuzione n.3 ordinanze di A.S.O. (accertamento sanitario obbligatorio).

Non è stata redatta alcuna ordinanza di T.S.O. trattamento sanitario obbligatorio in quanto, sul territorio comunale, non risultano più operativi i presidi medici specialistici, indispensabili al completamento di questa istruttoria. Si tratta di una procedura particolarmente delicata poiché comporta l’applicazione di misure coercitive della libertà personale nei confronti dei pazienti, destinatari dell’ordinanza del Sindaco.

Per ragioni indipendenti da questo Ente comunale, nell’attuale situazione si assiste ad un spostamento delle competenze territoriali individuate dal legislatore, operato dagli organi dell’A.S.L.: i destinatari di questa tipologia di provvedimenti, sebbene si trovassero sul territorio della Città di Domodossola, risultano destinatari di ordinanze di T.S.O. firmate dal Sindaco del diverso Comune ove è materialmente eseguita la misura sanitaria coercitiva.

Il Corpo di Polizia Locale ha inoltre assicurato la consueta attività di rappresentanza cerimoniale mediante i servizi di scorta al gonfalone del Comune, nelle manifestazioni di rilievo istituzionale.

FUNZIONI LOGISTICHE E DI SUPPORTO

 

La Polizia Locale ha dato completa e tempestiva attuazione alla normativa in materia di trasparenza amministrativa ed anticorruzione: ogni atto autorizzativo è stato predisposto esclusivamente mediante determinazione dirigenziale, soggetta a pubblicità. La pagina Facebook del Corpo di Polizia Locale di Domodossola è stata utilizzata come canale diretto di comunicazione con i cittadini.

Nel corso del 2022 l’Unità Organizzativa Autonoma Polizia Locale ha emanato n.534 determinazioni dirigenziali in tutte le materie di competenza assegnate, corrispondenti al 33,46 % del totale di n.1.596 determinazioni emanate dalla Città di Domodossola nell’anno 2022. Le ordinanze emanate dalla Polizia Locale sono state invece n.223, corrispondenti all’80,51 % del totale di n.277 ordinanze emanate dalla Città di Domodossola nell’anno 2022. L’Amministrazione comunale ha ulteriormente implementato il sistema di videosorveglianza, grazie alla valutazione positiva dell’integrazione Patto per la Sicurezza “CUSTODES DOMUS”, che ha ottenuto il finanziamento del Ministero dell’Interno. Nell’ambito del medesimo progetto il Corpo di Polizia Locale si è dotato di un’apparecchiatura per il rilievo delle sostanze psicotrope su liquidi biologici, altre matrici e superfici.

E’ stata inoltre implementata la dotazione di bodycam, a disposizione del personale di pattuglia, nell’ottica di una prevenzione e riduzione del conflitto con l’utenza e di corretta e completa documentazione delle attività di polizia giudiziaria, anche a seguito del mutato quadro normativo ad opera della riforma Cartabia che, tra gli altri provvedimenti, prevede la documentazione audio e video di alcune tipologie di dichiarazioni, acquisite in sede di indagine. La dotazione di strumentazione tecnologica all’avanguardia e di apparecchiature di videosorveglianza è stata accompagnata da uno scrupoloso adeguamento alla normativa nazionale ed europea in materia di privacy, con la redazione della DPIA e delle correlate informative al pubblico. Un maggiore dettaglio del quadro normativo sull’argomento è disponibile sulla prestigiosa rivista nazionale “La Polizia Locale” ed. da Maggioli, che ha pubblicato lo studio: “L’impiego della videosorveglianza nelle attività di polizia amministrativa”, il cui autore è il Comandante del Corpo di Polizia Locale della Città di Domodossola.

PERCORSI DI VALUTAZIONE, APPRENDIMENTO E CRESCITA

Costante ed efficace la collaborazione e l’interscambio di informazioni con gli altri Corpi, Servizi ed Uffici di Polizia Locale e con le Forze dell’Ordine dello Stato, su tutto il territorio nazionale. La formazione del personale del Corpo è stata effettuata sia mediante autoaggiornamento, sia con la partecipazione a corsi organizzati dalla Regione Piemonte o finanziati dalla Città di Domodossola.

Come di consueto si è svolto il corso annuale di lezioni regolamentari di tiro a segno ai sensi dell’art. 18, comma 1, del D.M. 145/1987 per l’accertamento dei requisiti preliminari all’assegnazione ed al mantenimento della dotazione delle armi di servizio. E’ stato inoltre predisposto il nuovo Regolamento sull’armamento del Corpo, in fase di valutazione da parte del Consiglio Comunale, con l’obbiettivo di aggiornare le norme regolamentari al mutato assetto del quadro normativo statale in materia che, tuttavia, inspiegabilmente, prevede la dotazione di armi non letali esclusivamente per le polizie locali di comuni con popolazione maggiore di 100.000 abitanti o per i capoluoghi di provincia.



 



C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore