/ Economia

Economia | 26 giugno 2023, 08:00

Poste italiane: anche nel Vco è disponibile l’offerta supersmart premium 300 giorni

Fino al 5 luglio un milione e 694 mila clienti del Piemonte titolari di un Libretto Smart possono attivarla per ottenere un tasso del 3,00% annuo lordo a scadenza dei 300 giorni

Poste italiane: anche nel Vco è disponibile l’offerta supersmart premium 300 giorni

Sono oltre 30 milioni i Libretti Postali e circa 46 milioni i Buoni Fruttiferi Postali sottoscritti in tutta Italia, in particolare in Piemonte sono stati sottoscritti un milione e 694 mila Libretti Postali e tre milioni e 368 mila Buoni Fruttiferi, strumenti che si confermano dunque tra le soluzioni di risparmio più affidabili per i cittadini.

Fino al 5 luglio 2023 è disponibile l’offerta Supersmart Premium, dedicata a tutti i titolari di Libretto Smart che apportano nuova liquidità in Poste Italiane. Ha una durata di 300 giorni e consente di ottenere un tasso del 3,00% annuo lordo sulle somme accantonate se portate a scadenza.

Le somme che incrementano il saldo di nuova liquidità sono quelle versate sul conto corrente postale o sul libretto Smart/altro libretto, a partire dal 19 maggio 2023 esclusivamente attraverso le seguenti modalità: bonifico bancario direttamente sul libretto Smart o sul conto corrente postale e successivamente sul libretto Smart esclusivamente tramite girofondo; versamento di assegni bancari e circolari; accredito di stipendi e pensioni.

Inoltre, per chi non avesse nuova liquidità è disponibile l’Offerta Supersmart 360 giorni sempre dedicata a tutti i titolari di Libretto Smart. Tale Offerta consente di ottenere un tasso di interesse lordo dell’1,50% sulle somme accantonate e portate a scadenza dei 360 giorni.

Entrambe le offerte sono attivabili dal sito poste.it, dall’App BancoPosta e in uno degli 85 uffici postali della Provincia Azzurra. L’accantonamento minimo è di 1.000 € incrementabile per multipli di 50€.

Accanto all’Offerta Supersmart sono sempre disponibili i Buoni Fruttiferi Postali che non hanno costi di sottoscrizione, gestione e rimborso, salvo gli oneri fiscali, garantiscono sempre la restituzione del capitale investito e il titolare può chiedere in ogni momento il rimborso del capitale più gli eventuali interessi maturati. È possibile, inoltre, investire anche piccole somme. La ritenuta fiscale è del 12,50% e i buoni sono esenti da imposta di successione.Sono sottoscrivibili negli uffici postali e online, tramite il sito poste.it e l’App BancoPosta.

Sono varie le tipologie di buoni disponibili a seconda dell’orizzonte temporale con investimenti a breve termine ma anche a medio e lungo raggio:

Buono 3 anni Plus, ha una durata di 3 anni e riconosce alla scadenza un tasso d’interesse annuo lordo del 2,00%;

Buono 3x2, ha una durata di 6 anni e riconosce alla scadenza un tasso d’interesse annuo lordo del 2,25%;

Buono 3x4, ha una durata di 12 anni e riconosce alla scadenza un tasso d’interesse annuo lordo del 2,75%;

Buono Ordinario, ha una durata di 20 anni e riconosce alla scadenza un tasso d’interesse annuo lordo del 3,00%;

Buono dedicato ai minori, un buono che cresce insieme al minore, perché gli interessi maturano fino al compimento del suo 18°anno di età. In base all’età del bambino al momento della sottoscrizione il tasso d’interesse annuo lordo può arrivare fino al 4,50%.

Libretti di Risparmio e Buoni Fruttiferi Postali sono prodotti garantiti dallo Stato Italiano ed emessi da Cassa Depositi e Prestiti e collocati in esclusiva da Poste Italiane. 

Il risparmio postale grazie alle sue caratteristiche si conferma uno strumento sicuro e affidabile, sia presso i circa 12.000 uffici postali sia attraverso il sito www.poste.it e l’APP BancoPosta in ottica omnicanale.

Poste Italiane -Media Relations


C.S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di OssolaNews.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore