/ Cronaca

Cronaca | 20 gennaio 2024, 10:34

La Vigezzo in lutto per l’improvvisa scomparsa di Luca Gnuva

Il 57enne era da sempre molto impegnato nella vita associazionistica di Craveggia e della valle

La Vigezzo in lutto per l’improvvisa scomparsa di Luca Gnuva

A nulla purtroppo è valso il pronto intervento dei sanitari e il trasporto all’ospedale. Un improvviso malore si è portato via Luca Gnuva, scomparso a 57 anni. Ha destato grande cordoglio la notizia della scomparsa del vigezzino, quando nelle prime ore di stamane ha iniziato a circolare in valle portando tristezza e incredulità tra amici, conoscenti e, più in generale, vigezzini e villeggianti.

Già, perché Luca Gnuva era volto molto popolare in zona. La sua è stata una vita intensa durante la quale si è dedicato con grande impegno nella vita delle associazioni locali. Come non ricordarlo, come “scopa” durante la Sgamelàa, quando in coda agli ultimi partecipanti , chiudeva la marcia regalando un saluto e un sorriso alle persone che assistevano al passaggio degli atleti? Sempre ultimo, per scelta, alla Sgamelàa ma sempre in prima linea nel portare il suo contributo in tante manifestazioni organizzate a Craveggia. Di recente era stato anche eletto presidente del Grup ad la Sfadiàa, che organizza il trofeo in memoria di Graziano Bonzani ma era attivo pure nella Pro loco di Craveggia. Originario di Prestinone, dove viveva, Luca lavorava per la ditta Comazzi di Domodossola.  Appassionato di bicicletta, in giovane età aveva anche militato nelle fila della Pro Vigezzo; una passione, questa per il calcio locale giocato, che aveva manifestato sin da ragazzino, quale uno tra i più fervidi propugnatori nelle estati dei primi anni Ottanta di amichevoli e genuine partitelle che coinvolgevano giovanissimi residenti e villeggianti in dispute tra il “Prestinone”, il “Vocogno” e la squadra del “Marlana”.

Luca è stato anche sempre molto attivo anche nella vita amministrativa di Craveggia: con un passato come  consigliere comunale sotto l’amministrazione guidata da Pio Provaso, era tuttora consigliere in quella del sindaco Paolo Giovanola. Durante  questi tre mandati amministrativi di Giovanola si era dedicato, fra le altre cose, al progetto di installazione della rete wifi gratuita nel centro storico di Craveggia.

Luca Lascia la moglie Annalisa Cichella, la mamma Franca e il papà Antonio, il fratello Marco. Non è stata ancora stabilita la data del funerale, in attesa dell'autopsia.

 

Marco De Ambrosis

WhatsApp Segui il canale di OssolaNews.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore