/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 17 maggio 2021, 17:30

Al Tg5 un servizio sulle miniere d'oro della Valle Antrona

Andato in onda venerdì 14 maggio è stato visto da oltre 5 milioni di spettatori

Al Tg5 un servizio sulle miniere d'oro della Valle Antrona

A distanza di soli sei mesi la valle Antrona con le sue miniere d’oro torna al telegiornale nazionale di Mediaset  TG5. Un altro successo firmato Underground Adventures e Valle Antrona.com  che insieme hanno lavorato con il telegiornale più seguito in Italia.

Il servizio del giornalista Vittorio Russo al TG5 è andato in onda alle 20, venerdì 14 maggio, facendo registrare 5.042.000 spettatori totali con il 21.98% di share.

La scoperta di una nuova miniera unica in Italia con una cascata di oltre 30 metri al suo interno, ha suscitato l’interesse dei media nazionali e per questo hanno voluto dare grande visibilità.

La valle Antrona, ricca di natura incontaminata e di numerosi animali che la popolano, nasconde nel suo sottosuolo una fitta e misteriosa rete di miniere e tunnel sotterranei, dove secoli fa si estraevano importanti quantità d’oro. Durante le ricerche ed esplorazioni nel cuore selvaggio di questa valle, alla ricerca di miniere abbandonate, il team Underground Adventures, in collaborazione con ValleAntrona.com si è imbattuto in qualcosa di insolito.

Questo il racconto degli speleologi :

Il ruscello che percorreva la piccola valle laterale che stavamo esplorando, ad un tratto, improvvisamente e pericolosamente, si gettava in una profonda voragine sotterranea. Dopo questa scoperta, era inevitabile che scendessimo laggiù ad esplorare.

L’organizzazione di questa esplorazione ha richiesto circa 2 settimane, 70 metri di corda, 5 persone e circa 70 Kg di attrezzatura. L’imbocco della miniera, dove il ruscello scompare sottoterra, si trova prossimo a pareti di roccia quasi verticali, e l’intera area è estremamente impervia. E’ stato necessario realizzare molti ancoraggi per poter arrivare in sicurezza all’ingresso, dove grazie a corda ed attrezzatura specifica, abbiamo iniziato a scendere.

Accompagnati fin dai primi metri dal ruscello che poco dopo diventava una fantastica cascata , siamo arrivati dopo 15 metri di calata ad una balza, dove è stato necessario realizzare un altro ancoraggio prima di poter scendere al fondo. Accompagnati dal fragore incessante dell’acqua e dai numerosi schizzi che ne derivavano, siamo arrivati laggiù dove la cascata, dopo un salto di circa 30 metri si schiantava sulle rocce trasformandosi in un ruscello sotterraneo.

Il complesso minerario, seguiva anticamente una colonna mineralizzata contenente pirite aurifera , scavata con impegno, fatica e sudore dai minatori, spesso a costo della loro salute.

Oggi la Valle Antrona si arricchisce di un’altra grande miniera unica in Italia con una cascata di oltre 30 metri al suo interno. Questa sua unicità, se valorizzata nel modo corretto, potrebbe avere un importante riscontro turistico".

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore