/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 20 giugno 2021, 11:00

Dal 3 luglio stop alla plastica monouso

Con le norme comunitarie alcuni prodotti non potranno più essere venduti e altri saranno limitati

Dal 3 luglio stop alla plastica monouso

Entro il 3 luglio di quest’anno gli stati dell'Unione Europea dovranno garantire che determinati prodotti in plastica monouso non saranno più immessi sul mercato comunitario. A stabilirlo è la direttiva UE 904 del 2019, provvedimento che per la prima volta vieta la vendita di prodotti come : posate, piatti, bastoncini cotonati, cannucce, mescolatori per bevande e aste dei palloncini. Il divieto riguarda anche prodotti di plastica oxodegradabile (plastiche alle quali vengono aggiunti, nel processo produttivo, additivi per accelerarne la frammentazione in frazioni minuscole per effetto della radiazione ultravioletta) e ai contenitori per cibo da asporto in polistirene espanso. Al riguardo Confcommercio precisa che “eventuali scorte non potranno essere utilizzate oltre il 3 luglio e che non è previsto, al momento, un divieto alla commercializzazione dei bicchieri in plastica monouso, anch’essi comunque destinati a scomparire dal mercato”.

L'obiettivo dell'Unione Europea è un progressivo abbandono dei prodotti di plastica monouso fino al 2030, quando si pensa che saranno abbattuti del 90%. Gli Stati Membri hanno l’onere di recepire la direttiva nei rispettivi ordinamenti nazionali, affinché i relativi divieti entrino in vigore per la data concordata. Per facilitare un’applicazione corretta e standardizzata delle nuove norme, la Commissione europea ha pubblicato il 31 maggio scorso alcune linee guida. Queste permetteranno un’applicazione corretta ed armonizzata delle parti fondamentali della direttiva. L’obiettivo della misura è prevenire e ridurre l’impatto di alcuni prodotti di plastica sull’ambiente, in particolare l’ambiente acquatico, e sulla salute umana e promuovere la transizione verso un’economia circolare con modelli aziendali, prodotti e materiali innovativi e sostenibili. un progressivo abbandono dei prodotti di plastica monouso fino al 2030, quando si pensa che saranno abbattuti del 90%.

Non è previsto, al momento, un divieto alla commercializzazione dei bicchieri in plastica monouso, anch’essi comunque destinati a scomparire dal mercato.

I prodotti in plastica monouso comprendono beni realizzati sia interamente che parzialmente con polimeri plastici, anche quelli biodegradabili. E generalmente destinati ad un impiego unico o per un breve periodo di tempo. Questo significa che sono compresi anche prodotti usa e getta a base di carta con rivestimento plastico.

Per altri prodotti in plastica monouso, come attrezzi da pesca e salviettine umidificate, l’UE ha fissato altre misure di limitazione o riduzione del loro uso attraverso requisiti di etichettatura, schemi di responsabilità estesa del produttore, campagne e standard di progettazione. L’etichettatura di determinati beni dovrà inoltre seguire determinate regole.


Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore