/ Eventi

Eventi | 23 giugno 2021, 10:40

Artisti di strada, laboratori di circo per i bimbi e bande musicali nel Parco Nazionale della Valgrande

Dall'8 all'11 luglio a Cicogna e Cossogno il primo ValGrandeBellezzaFest

Artisti di strada, laboratori di circo per i bimbi e bande musicali nel Parco Nazionale della Valgrande

"Abbiamo bisogno di fantasia e di arte, di sognare e di immaginare, di stupirci e di meravigliarci, e abbiamo bisogno di tornare a farlo insieme.
Immaginatevi un trapezio e sullo sfondo le montagne incontaminate della ValGrande, appesa a dei tessuti
una artista di circo che volteggia… Prima e dopo la sua performance, musicisti di band itineranti accompagnano il pubblico fra un’esibizione e l’altra: questa bella immagine non è fantasia, ma è quello che accadrà nella prima edizione del ValGrandeBellezzaFest!"

Ci piace presentare così questo nuovo festival, nato coraggiosamente durante le restrizioni per il contenimento della pandemia, spinti dalla voglia di ricominciare non solo a lavorare ma anche di offrire al pubblico occasioni per gustare insieme rappresentazioni artistiche e momenti di intrattenimento per soddisfare il bisogno di cultura, di arte e di bellezza di cui abbiamo tanta necessità.

ValGrandeBellezzaFest animerà le realtà di Cossogno e Cicogna (VB) dall’8 all’11 luglio 2021 con variegati appuntamenti di circo e di musica.

Il festival in numeri: 4 giorni di festa, 4 compagnie di circo contemporaneo e 3 marching band, 9 spettacoli, 1 residenza artistica e 2 laboratori di circo per bambini.

Il tutto realizzato con l’utilizzo di un linguaggio internazionale, poco parlato e molto visivo e uditivo, adatto anche ai tanti turisti stranieri della zona, per grandi e piccini, nel rispetto della natura e dell’ambiente che ci ospita. E nella scelta delle discipline circensi si sono privilegiate quelle acrobatiche in aria, per sottolineare il parallelismo tra i trapezi e la verticalità delle montagne.

ValGrandeBellezzaFest è stato pensato in un’ottica sostenibile, tradotta nel coinvolgimento equilibrato di artisti di comprovata esperienza e fama e di giovani leve, nonché di vicine scuole di circo; nell’investimento su una giovane compagnia di circo con l’obiettivo di far partire un loro primo tour, al fine di sostenere gli artisti emergenti; nell’allestimento di spettacoli con basso impatto ambientale per la mancanza di grandi strutture e impianti audio e luci potenti.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore