/ Attualità

Attualità | 13 agosto 2021, 18:22

Quando Gino Strada doveva diventare cittadino onorario di Villadossola

Nel 2010 venne anche posata una targa di fronte a La Fabbrica intitolata alla moglie del medico fondatore di Emergency

Quando Gino Strada doveva diventare cittadino onorario di Villadossola

Undici anni fa avrebbe potuto ricevere la cittadinanza onoraria di Villadossola. Tutto era pronto, la burocrazia comunale aveva fatto il suo corso, poi tutto si fermò per problemi organizzativi. La morte questa mattina di Gino Strada, il fondatore di Emergency, ha portato alla memoria il legame che si sarebbe potuto instaurare con il Comune ossolano. 

Strada aveva 73 anni e soffriva di problemi cardiaci. Con l'associazione umanitaria nata 25 anni fa, il medico lombardo ha fondato ospedali e punti di primo soccorso in 18 Paesi e ha curato oltre 11 milioni di persone.

Ma un legame tra Villa e Strada comunque c'è stato. sempre nel 2010, di fronte all'ingresso del teatro La Fabbrica, era stata inaugurata una targa intitolata a Teresa Sarti, moglie di Gino Strada e con lui fondatrice di Emergency. La targa era stata posata di fronte ad un acero piantato in sua memoria l'8 marzo del 2010.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore