/ Confine

Confine | 23 gennaio 2022, 18:00

Denunce e controdenunce, tiene ancora banco la vicenda del ristorante “Walliserkanne”

Zermatt, i proprietari non avevano rispettato le misure sanitarie imposte dalle autorità per contrastare il diffondersi del Covid-19

Denunce e controdenunce, tiene ancora banco la vicenda del ristorante “Walliserkanne”

Continua a Zermatt la vicenda del “Walliserkanne”, il ristorante i cui proprietari erano stati arrestati a ottobre per non aver ripetutamente rispettato le misure sanitarie imposte dalle autorità per contrastare il diffondersi del Covid-19.

Attualmente il Pubblico Ministero vallesano ha dichiarato che "la causa inerente a questo fascicolo è attualmente oggetto di procedimenti avviati nei confronti dei proprietari e degli operatori commerciali, ma sono in essere anche una serie di controdenunce".

I gestori del “Walliserkanne” erano stati arrestati lo scorso 31 ottobre, ma il Tribunale Vallesano aveva ritenuto che non vi fossero motivi sufficienti per trattenerli in detenzione.

Lo scorso dicembre il ristorante era regolarmente aperto, ma la vicenda non è tuttora conclusa.

Walter Bettoni

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore