/ Eventi e Tempo libero

Eventi e Tempo libero | 30 luglio 2022, 17:45

Presentata l'edizione 2022 della Sagra della Patata VIDEO

I fondi ricavati da “Fai Il Gesto e Lascia il Resto” saranno devoluti alla Caritas domese per gli aiuti ai profughi ucraini

Presentata l'edizione 2022 della Sagra della Patata VIDEO

Dopo qualche tentennamento legato al periodo che stiamo vivendo, alla fine gli organizzatori hanno deciso che la sagra della patata, una delle feste più attese dell'estate per due anni sospesa a causa della pandemia, si farà. Però con alcune modifiche rispetto al passato.

La 28a edizione, organizzata dalla Proloco di Montecrestese in collaborazione con altre associazioni, si svolgerà dal 26 al 29 agosto agli impianti sportivi comunali. Una festa che punta sui prodotti del territorio ma senza superalcolici con uno spazio ristorante più ampio e con la discoteca sotto le stelle al campo sportivo anziché in un capannone. Il presidente della Proloco Guidò Tomà e alcuni volontari hanno illustrato il programma.

La sagra era in forse perché nel periodo in cui il consiglio direttivo si è riunito era scoppiata la guerra, c'era una nuova ondata di Covid – ha spiegato Tomà- non sapevamo cosa fare, poi abbiamo deciso per il suo svolgimento, ci siamo messi a lavorare ed abbiamo pronto il programma. Abbiamo lavorato su due filoni, in particolare sulla sicurezza e sui prodotti offerti agli avventori. Venendo da un periodo difficile che tutti conosciamo, era necessario dare sicurezza ai volontari e ai frequentatori della festa".

"Proprio per evitare il contagio covid - prosegue Tomà - e creare distanziamento, è stato quasi raddoppiato il ristorante senza aggiungere posti ulteriori a sedere. All'interno del ristorante ci saranno dei volontari che accompagneranno gli avventori al tavolo per evitare assembramenti. Per i giovani la discoteca non sarà più in un capannone ma all'aperto al campo sportivo. Abbiamo poi fatto la scelta di non utilizzare superalcolici non ci saranno i cocktail le correzioni al caffè”.

Per quanto riguarda i prodotti utilizzati gli organizzatori puntano sulla qualità e offrono piatti con ingredienti del territorio le patate arriveranno da aziende agricole ossolane il burro utilizzato ad esempio per condire gli gnocchi sarà quello prodotto in alpeggio, per le bevande ci sarà vino proveniente da produzioni locali e una vasta selezione di birre di un birrificio di Domodossola e uno di Bognanco.

Alla presentazione era presente anche in parroco di Domodossola, don Vincenzo Barone, che ha spiegato il lavoro svolto dalla Caritas di Domodossola; la sagra infatti sosterrà questa organizzazione attraverso la formula “Fai Il Gesto e Lascia il Resto”, campagna di beneficenza proposta per la prima volta per raccogliere fondi da destinare alle popolazioni terremotate di Arquata del Tronto. “Quest’anno la raccolta sarà in favore della Caritas Domodossola- ha detto Tomà- , per il grande lavoro che sta svolgendo, dando aiuto ai profughi Ucraini ospiti in Ossola ma anche inviando materiale direttamente in Ucraina”.

Con gli esponenti della Pro Loco ieri anche il parlamentare della Lega Alessandro Panza e il consigliere regionale della Lega Alberto Preioni, con i quali gli organizzatori si sono interfacciati in particolare per superare alcuni ostacoli legati al fatto che la festa si svolge in una zona Zps.

Abbiamo chiesto cosa avremmo dovuto fare – ha detto Tomà - , ci sono state diverse pratiche burocratiche da espletare, alla fine abbiamo avuto i permessi per poter continuare a far parcheggiare le macchine”.

 

Mary Borri

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore