/ Ambiente

Ambiente | 12 settembre 2022, 14:21

Una comunità energetica per tutelare l’ambiente e sviluppare il turismo della Valle Anzasca

Se n’è parlato alla Kongresshaus nel corso di un convegno organizzato da Comune di Macugnaga e Regione Piemonte

Una comunità energetica per tutelare l’ambiente e sviluppare il turismo della Valle Anzasca

“Le Comunità di Energia Rinnovabile per lo sviluppo turistico e la tutela dell’ambiente a Macugnaga e nella Valle Anzasca”. Questo il titolo del convegno che si è svolto sabato a Macugnaga, organizzato da Comune di Macugnaga e Regione Piemonte con la collaborazione di tutti i sindaci della valle e della Provincia, alla presenza dell’assessore regionale all’Ambiente ed Energia, di Sergio Olivero dell’Energy Center del Politecnico di Torino e Luca Barbero coordinatore del Gruppo Operativo per le Comunità di Energia Rinnovabile di Magliano Alpi.

L’incontro ha fornito un quadro informativo sulle potenzialità della Comunità energetica della Valle Anzasca e sui vantaggi che possono derivare dal partecipare alla stessa per tutte le tipologie di soggetti pubblici e privati, dalle imprese agli enti locali, cittadini, associazioni, banche e investitori.Il Comune di Macugnaga, con il supporto della Regione Piemonte e del Gruppo Operativo per le Comunità di Energia Rinnovabile di Magliano Alpi e con la supervisione scientifica dell’Energy Center del Politecnico di Torino, intende attivare un progetto sistemico per la gestione dell’energia sul territorio della Valle Anzasca. 

Tra gli obiettivi, quello di realizzare una comunità energetica rinnovabile di “cabina primaria” – sta partendo uno studio di fattibilità per definire modello, struttura e piano industriale – per assicurare una regia di tutte le iniziative per la transizione energetica sul territorio della Valle Anzasca, realizzare economie di scala sull’acquisito degli impianti di produzione rinnovabile, creare commesse e posti di lavoro per le imprese locali, supportare la definizione di strumenti finanziari innovativi legati alla riduzione delle emissioni CO2.Ma soprattutto fare della Comunità energetica rinnovabile della Valle Anzasca il soggetto abilitante la sostenibilità energetica ed ambientale del comprensorio sciistico e del sistema turistico di Macugnaga.

Per l’assessore regionale all’Ambiente ed Energia si tratta di un progetto di ampio respiro, che si inserisce appieno nel contesto attuale, coniugando, da una parte, l’esigenza di potenziare le fonti rinnovabili nell’ottica del raggiungimento degli obiettivi di de-carbonizzazione, con la salvaguardia ambientale e lo sviluppo economico.

All’incontro erano presenti i sindaci dei comuni di Piedimulera, Calasca Castiglione, Bannio Anzino, Vanzone con San Carlo e Ceppo Morelli, il Presidente della Provincia, il Presidente di Uncem Piemonte e molti imprenditori della zona.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore