/ Calcio

Calcio | 27 novembre 2023, 16:00

Promozione, adesso è fuga a due

Il Feriolo vince il derby con l'Omegna, Pissardo: ''Non è stata una bella partita, quando i punti cominciano a pesare si tende a stare più chiusi e lo spettacolo ne risente. La salvezza? E' alla nostra portata''

Foto: un momento di Juventus Domo-Cameri

Foto: un momento di Juventus Domo-Cameri

Non conosce soste la marcia delle due leader del girone A di Promozione.

Il Briga dopo l’Arona batte un’altra diretta concorrente, il blasonato Casale, e ormai solo il Trino riesce a tenere il passo, vincendo con fatica sul campo del fanalino di coda Momo.

Le altre inseguitrici arrancano, e nessuna riesce a portare a casa i tre punti: oltre al Casale sconfitto nel big-match, l’Arona cade a Varallo e sembra in fase calante, il Baveno non va oltre il pari al “Galli” con il Ce.Ver.Sa.Ma., e Juve Domo e Omegna perdono in casa.

L’unica a sorridere è la Fulgor Ronco Valdengo, che vince e zitta zittasi insedia in terza posizione.

Dicevamo del Baveno, che affrontava il casa il Ce.Ver.Sa.Ma. Biella, cliente sempre scomodo. I lacuali comandano il gioco nel primo tempo, creando anche un paio di situazioni molto pericolose, poi nella ripresasi portano in vantaggio dopo dieci minuti grazie ad una bella girata da dentro l’area di De Ponti, che indovina l’incrocio dei pali.Passano appena tre minuti e un cross dalla destra degli ospiti trova Perazzone dimenticato in mezzo l’area, colpo di testa e gol del pareggio. Il Baveno ha ancora un paio di occasioni nitide con Ceschi e Lamia, ma il portiere ospite è molto bravo, e gli uomini di mister Sottini devono accontentarsi di un pareggio che sta molto stretto per come è andata la gara.

Sconfitta inaspettata per la Juve Domo, che ancora una volta paga dazio nel recupero e interrompe una striscia di nove risultati utili. I granata, dopo un avvio molto bloccato,riescono a portarsi in vantaggio con Garbagni alla mezzora del primo tempo, con il portiere ospite non impeccabile. I nerazzurri novaresi non si scompongono e prima del riposo si procurano un rigore che Petrone trasforma con freddezza. Nel secondo tempo ossolani avanti per cercare il nuovo vantaggio, ma a metà ripresa rimangono in 10 per il doppio giallo a Santin. Il Cameri ha un paio di buone opportunità e colpisce anche una traversa,poi al terzo minuto di recupero trova il gol vittoria con Pasquadibisceglie. Occasione persa per i ragazzi di Michael Nino, che comunque non perdono molto terreno considerando i risultati delle altre candidate ai playoff.

Finalmente una bella vittoria per il Feriolo, che dopo la sconfitta immeritata contro la Dufour Varallo va a espugnare il “Liberazione”.  Per gli uomini di Fusè invece seconda sconfitta consecutiva dopo la débâcle di Biella. Nel derby del Vco la formazione di Pissardo parte meglio, e va in vantaggio a metà primo tempo grazie alla rete di Gnata. Alla mezzora è Cerutti a trovare la via della rete con una bella girata, e la prima frazione si chiude con i gialloblù avanti 2-0. Nella ripresa cresce il nervosismo, e al quarto d’ora Scotto guadagnaanzitempo gli spogliatoi per somma di ammonizioni. Passa un quarto d’ora e il rosso a Tinaglia ripristina la parità numerica, l’Omegna prova ad attaccare ma il risultato non cambia più.

L'allenatore Pierguido Pissardo analizza così a fine partita: “E’ stata una brutta partita. Ne parlavo prima con mister Fusè: probabilmente è stata la prestazione peggiore di entrambe le squadre, anche le condizioni del campo di gioco non hanno aiutato e poi quando i punti cominciano a pesare si tende a stare più chiusi e lo spettacolo ne risente, lo si vede anche in serie A”.

Finalmente state guarendo dalla sterilità offensiva:

“Qualche gol in più lo stiamo facendo, sono rammaricato anche per i rigori che abbiamo sbagliato nelle prime dieci giornate. Facciamo sempre una gran fatica a segnare, ovviamente non è solo una questione di punte, ma di tutta la manovra offensiva”.

Oggi una vittoria molto importante sulla strada della salvezza:

“La strada è ancora lunga, visto l’avvio complicato ci eravamo prefissati di chiudere il girone di andata con almeno 12 punti, dovremmo farcela visto che mancano ancora tre partite. Sono comunque convinto che ci salveremo, direttamente o tramite i playout”.

Il mercato di riparazione porterà qualche rinforzo?

“Io e la società vogliamo salvarci con questi ragazzi, perché siamo convinti che l’obiettivo sia alla portata. Poi, a causa di 2-3 infortuni seri e dell’abbandono di Giovanni Romano, che ha deciso di smettere, siamo un po’ corti come rosa e quindi dovremo prendere qualcuno per forza. Il budget a nostra disposizione non è altissimo e chi arriverà dovrà essere consapevole che qui si lotta per salvarsi”.  


Tutti i risultati: Briga - Casale   2 - 0;  Chiavazzese - Valduggia   1 - 0;  Baveno - Ce.Ver.Sa.Ma. Biella   1 - 1;  Fulgor Ronco Valdengo - Valdilana Biogliese   2 - 0;  Juventus Domo - Cameri   1 - 2;  Momo - Trino   2 - 3;  Omegna - Feriolo   0 - 2;  Dufour Varallo - Arona   2 - 0

Classifica: Briga 28 - Trino 26 - Fulgor Ronco Valdengo, Baveno21 - Casale20 - Arona, Juve Domo,Ce.ver.sa.ma. Biella18 - Omegna 17 - Chiavazzese, Dufour Varallo 16 - Cameri 13 - Valduggia 11 -ValdilanaBiogliese, Feriolo 10 - Momo 6  

Marco Barbetta

WhatsApp Segui il canale di OssolaNews.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore