/ Associazioni

Che tempo fa

Cerca nel web

Associazioni | 26 marzo 2021, 18:15

E' nato a Domodossola Giorgio Bizzarri, nuovo segretario pensionati di Cisl Piemonte

Classe 1953, di origini ossolane ma torinese d'adozione. Dice: “Occorre riportare al centro dell’attenzione politica i 16 milioni di pensionati italiani”

E' nato a Domodossola Giorgio Bizzarri,  nuovo segretario pensionati  di Cisl Piemonte

Con  voti su  51 su 53, il torinese Giorgio Bizzarri è stato eletto la mattina del 26 marzo nuovo Segretario generale Fnp Cisl Piemonte dal Consiglio Generale regionale che si è riunito in videoconferenza. Succede a Rosina Partelli, che lascia l’incarico dopo averlo ricoperto per 8 anni. Gli altri due componenti della Segreteria regionale sono Francescantonio Guidotti, riconfermato nell’incarico, e Franca Biestro, al suo primo mandato.

Bizzarri, classe 1953, nato a Domodossola ma torinese d’adozione, ha una lunga carriera sindacale alle spalle. Nel 1972 entra a lavorare in Fiat e si iscrive subito alla Cisl. Dopo pochi mesi viene eletto come delegato per la Fim. Operatore sindacale a tempo pieno dal 1978, nel 1989 diventa componente della Segreteria Fim Torino. Nel 2000 fa il suo ingresso nella Segreteria UST CISL Torino, dove rimane fino alla pensione, occupandosi di organizzazione, servizi e politiche sociali. Nel 2015 inizia a collaborare con i Pensionati CISL nella zona di Settimo e Chivasso, l’anno dopo entra nella Segreteria FNP Torino Canavese e nel 2017 viene eletto Segretario Generale.


“Bisogna riportare al centro dell’attenzione politica – afferma il neo segretario generale Fnp Cisl Piemonte Giorgio Bizzarri –  i 16 milioni di pensionati italiani. Tra le nostre richieste la rivalutazione effettiva delle pensioni al costo della vita, l’estensione della 14° fino a 1.500 euro di pensione e un abbassamento della pressione fiscale simile a quello ottenuto dai lavoratori dipendenti: 100 euro al mese per le pensioni medio basse e poi a scalare”. E poi il riferimento al territorio: “La più bella attività è la nostra: centinaia di pensionati che tutti i giorni operano nelle sedi sindacali per dare informazioni, consigli e servizi. Tra le novità che proporremo c’è lo Sportello socio-sanitario, un luogo dove condividere informazioni, ma anche un modo per fare pressione sul sistema dei servizi pubblici al fine di renderli più efficienti per cittadini e pensionati”.





C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore