/ Sport

Che tempo fa

Cerca nel web

Sport | 04 settembre 2021, 11:10

Francesca Barale veste i colori dell'olandese Team DSM

Ciclismo, salto di qualità per la giovane ciclista ossolana figlia d'arte

Francesca Barale veste i colori dell'olandese Team DSM

Francesca Barale, classe 2003,  approda al Team DSM. Dal 2022 la ciclista ossolana, figlia d’arte, sbarcherà nel World Tour con la formazione olandese. Molta soddisfazione per il VO2 Team Pink che ha puntato su di lei dopo la categoria Allieve, lavorando nel biennio da Juniores in vista del passaggio tra le “grandi”. “Siamo molto contenti – commenta il team manager del VO2 Team Pink, Stefano Solari – . Francesca ci mancherà molto, perché oltre a essere un’ottima ciclista è anche una grande persona. Se qualcuno ai vertici del ciclismo nota le nostre ragazze, vuol dire che stiamo lavorando bene e siamo sulla buona strada sotto questo punto di vista”.

Francesca con i colori del Vo2 Team ha colto ottimi risultati. E il salto è un motivo di orgolio per il ciclismo ossolano.“L’approdo al Team DSM – dice di Stefano Peiretti, direttore sportivo del VO2 Team Pink – è una occasione importante per il futuro di Francesca, che in questi anni ha dimostrato di essere un’atleta a 360 gradi. Le sue ottime prestazioni in campo internazionale le sono valse questa chiamata nel World Tour in una realtà che si addice alle caratteristiche di una ragazza molto seria e professionale. Le auguro di trarre il meglio in termini di insegnamenti e profitto in questa nuova avventura che per lei inizierà a essere anche la sua professione”.

“E’ una bella soddisfazione – afferma Francesca Barale – sono contenta di approdare in una squadra così. Volevo compiere un bel salto, quando sono stata contattata ero un po’ scettica perché esiste il rischio di correre poco inizialmente, ma poi mi è stato proposto un buon programma di gare e ho accettato volentieri. E’ una formazione che mi è piaciuta fin da subito con organizzazione e grande serietà come piace a me. Sono stata notata dal Team DSM al Tour du Gevaudan Occitanie in Francia e sono contenta di essere stata scelta”. Quindi aggiunge: “Il VO2 Team Pink è stata una tappa importantissima per la mia crescita, ho raggiunto grandi soddisfazioni e in più ho potuto imparare tanto a livello di squadra, visto che da Allieva correvo da sola. Umanamente avrò sempre un bel ricordo di tutti”.

 

Renato Balducci

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore