/ Vigezzo

Vigezzo | 04 settembre 2021, 18:00

Roger Conti è stato il primo vigezzino a tagliare il traguardo alla storica Sgamelàa d'Vigezz

Roger Conti è stato il primo vigezzino a tagliare il traguardo alla storica Sgamelàa d'Vigezz

Roger Conti, il vigile di Santa Maria Maggiore con la passione per la corsa, è stato il primo vigezzino a tagliare il traguardo alla storica Sgamelàa d'Vigezz, la gara di 17 chilometri che si snoda tra i sette comuni della Valle dei Pittori. L'atleta, 30 anni, di Malesco, ogni giorno si divide tra lavoro e un costante allenamento che lo ha portato ad aggiudicarsi il settimo posto nella classifica generale della gara con un tempo di 1h 09'37'' ed il posto di primo vigezzino per il secondo anno consecutivo. Lo fa per passione e dice: “Corro per sentirmi libero”.

L'abbiamo incontrato. Hai riscontrato particolari difficoltà o hai capito fin da subito che potevi raggiungere un buon risultato? “Ho capito che avevo un buon ritmo e che potevo raggiungere una buona posizione nella classifica. Dall'inizio ho mantenuto il ritmo abbastanza forsennato dei primi due e sono riuscito a mantenerlo per qualche chilometro. Poi ho capito che non sarei riuscito a mantenere questo ritmo per i 17 chilometri totali della gara e ho quindi impostato la mia andatura capendo che avrei potuto ottenere un buon risultato avanzando anche nella classica generale”.

Ti dividi tra lavoro e allenamenti: “Sì, corro parecchio ma corro per passione. Voglio essere libero di organizzarmi tra casa, lavoro e la corsa. Non deve essere un lavoro, deve divertirmi. Per la Sgamelàa mi sono allenato anche con programmi personalizzati preparati da Luigi Spadone”. Quanto tempo dedichi solitamente all'allenamento? “Di solito mi alleno cinque – sei giorni alla settimana per un'ora e un quarto circa, con due giorni di riposo”. Quale è il fascino della Sgamelàa?

“La Sgamelàa è la corsa della mia valle, essendo l'atleta di casa e avendo raggiunto in questi anni sempre dei buoni risultati sento quasi un senso di responsabilità. Però corro sempre per piacere e per sentirmi libero. Cosa ti dà la corsa?: “Grazie agli allenamenti riesco ad essere più produttivo e più energico anche nella vita di tutti i giorni”. A casa tutta la famiglia fa il tifo per Roger. “Voglio ringraziare – dice l'atleta vigezzino - la mia famiglia che mi sostiene sempre nei momenti di allenamento in preparazione di una gara. Un ringraziamento va anche ai miei due sponsor, la Merceria da Michela di Santa Maria Maggiore e la Florivivaistica di Craveggia”.

Francesca Pinto

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore