/ Politica

Politica | 04 ottobre 2021, 15:01

Al via lo spoglio, ecco le preferenze dei candidati consiglieri del 2016

Mister preferenze era stato Angelo Tandurella, che 5 anni fa era candidato nella civica di Pizzi

Al via lo spoglio, ecco le preferenze dei candidati consiglieri del 2016

Nel 2016, al primo turno prima del ballottaggio, avevano votato 9487 (57.4%). Lucio Pizzi, appoggiato dalle liste di Fratelli d'Italia, Lega e Foprza Italia aveva ottenuto 4350 voti pari al 47,45%. Mariano Cattrini, suo sfidante al ballottaggio, al primo turno aveva raggiunto 2836 voti pari al 30,93%. I 5 Stelle con Monica Corsini 1566 preferenze con il 17.08%, Bernardino Gallo 416 voti pari al 4,54%.

Al ballottaggio Pizzi aveva chiuso con 4805 voti, pari al 60.62%, Cattrini 3121 pari al 39,38%.

Cinque anni fa 'mister preferenze' era stato Angelo Tandurella, oggi capolista in Fratelli d'Italia a sostegno di Maria Elena Gandolfi aveva ottenuto 406 voti, Carlo Valentini, oggi candidato nella lista Coraggio Domodossola, nella Lega aveva preso 187 voti, Marina Oliva per Forza Italia, poi entrata in consiglio, aveva ottenuto 94 preferenze. Tra le fila della civica di Pizzi, Franco Falciola 265 voti, Simone Racco 155, mnetre Daniele Folino 143 e Gabriella Giacomello 134. Nel centro sinistra Lilliana Graziobelli aveva ottenuto 308 voti come capolista nelle fila del Pd, oggi capolista è Claudio Miceli che nel 2016 aveva raggiunto 85 preferenze. Giuseppe La Fauci, candidato 5 anni fa come consigliere in sinistra per Domo aveva ottenuto 16 voti. Anche Luca Coppa, oggi candidato nella civica a sostegno di Antonio Ciurleo, nel 2016 con i 5 Stelle era stato votato da 25 domesi.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore