/ Cronaca

Cronaca | 28 novembre 2021, 07:34

Esercitazione dei Vigili del Fuoco per affrontare le calamità naturali

Per testare la capacità di risposta nazionale in caso di calamità con la mobilitazione delle colonne mobili

Esercitazione dei Vigili del Fuoco per affrontare le calamità naturali

Quella trascorsa è stata una settimana dedicata alle esercitazioni per i Vigili del Fuoco del Comando del Verbano Cusio Ossola, impegnati in specifiche manovre operative per testare la capacità di risposta nazionale in caso di calamità con la mobilitazione delle colonne mobili.

L’attività è stata inserita a conclusione di un pacchetto di procedure che nei mesi scorsi avevano già coinvolto il personale dei Vigili del Fuoco di tutta Italia in protocolli di comunicazione tra sale operative a livello centrale, regionale e territoriale. Circa 50 vigili del fuoco del comando del VCO hanno partecipato, nelle varie giornate, a simulazioni nella provincia di Verbania e in quella di Novara in apposite aree individuate di concerto con le rispettive amministrazioni comunali.

Sulla sponda piemontese del fiume Ticino, nel comune di Varallo Pombia, squadre di vigili del fuoco del VCO hanno collaborato alla simulazione di ricerca di persone disperse con unità cinofile di terra, soccorritori fluviali in acqua e con ausilio di droni. Testati invece a Verbania, nel parcheggio antistante lo stadio dei Pini, sistemi innovativi di spegnimento e procedure sanitarie condivise con le locali delegazioni della croce rossa e della croce verde, le quali hanno visto impegnati i soccorritori su scenari di incidenti stradali di varia natura.

L'approntamento di quest' ultimo scenario non sarebbe stato possibile senza il contributo dell'amministrazione comunale e di società pubbliche e private che hanno messo a disposizione le proprie risorse. Testati per tutti gli scenari la prontezza di attivazione delle risorse, la verifica del flusso di comunicazione interno ed esterno, l’utilizzo dei sistemi hardware e software in dotazione.

Attivate anche le sale crisi provinciali e quella della Direzione Regionale del Piemonte.Si ringraziano tutti gli enti che hanno contribuito alla buona riuscita dell’evento.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore