/ Attualità

Attualità | 29 novembre 2021, 17:30

In vista ulteriori modifiche alla disposizione del mercato domese

Le motivazioni dell’amministrazione sono relative “all’esigenza di tutelare l’interesse pubblico prioritario della sanità e della sicurezza"

In vista ulteriori modifiche alla disposizione del mercato domese

L’Amministrazione Comunale ha dovuto mettere di nuovo mano alla disposizione del mercato del sabato, attuando una modifica temporanea di alcune aree del Mercato settimanale, ricollocando dei banchi sia in funzione del rispetto delle linee guida emanate nell’ambito dell’emergenza sanitaria Covid-19, ad oggi prorogata fino a gennaio 2022, che in funzione dei cantieri aperti in alcune delle attuali aree mercatali cittadine.

La complessa situazione organizzativa degli operatori del commercio su area pubblica ha determinato l’applicazione del Decreto di Giunta Regionale che, per casi come questo, permette di applicare senza alcuna discrezionalità “in deroga alle modalità procedimentali qualora ricorrano eccezionali esigenze di tutela del pubblico interesse, sicurezza e sanità il Comune può, con ordinanza motivata contenente l’indicazione delle modalità e della durata della sospensione o spostamento, disporre lo spostamento o la sospensione temporanea d’urgenza di qualunque forma di commercio su area pubblica.

Si tratta dunque di applicazione, senza lasciare – fanno sapere dal Comune - spazio ad alcuna ipotesi alternativa, di una procedura connotata dalla deroga alle modalità procedimentali previste per gli interventi modificativi dell’esistente”.

Le motivazioni addotte dall’amministrazione domese sono sono state quelle relative “all’esigenza di tutelare l’interesse pubblico prioritario della sanità e della sicurezza, anche stradale e viabilistica, condizionate dalle dimensioni delle aree e degli arredi urbani disponibili per la localizzazione, dalle merceologie autorizzate e dalla durata dello spostamento stesso, senza la possibilità di utilizzare l’opzione non vincolante dell’ordine della maggiore anzianità di frequenza”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore