/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 09 agosto 2022, 11:00

Personaggi famosi legano Ossola e Vallese

I siti di informazione svizzeri dedicano un servizio alla mostra allestita a Domodossola

Personaggi famosi legano Ossola e Vallese

 ‘’Il volume ‘Il genio degli ossolani nel mondo’ ha ispirato anche l’omonima mostra allestita a Domodossola, presso il Museo civico di Palazzo Silva, che resterà aperta fino al 15 ottobre 2022’’.

E’ quanto dice il sito Swissinfo che ha dedicato un ampio servizio al Museo Civico di Domodossola, dove viene ripercorsa la storia di molti ossolani ed ossolane che hanno lasciato una loro traccia in Svizzera e nel mondo.  Che parla ampiamente del volume dello storico Enrico Rizzi che racconta le vite di 300 personaggi nati nella valle più settentrionale del Piemonte. Storie che uniscono l’Ossola e la Svizzera.

 ‘’E’ la storia di mercanti, ecclesiastici, medici e artisti, impresari e diplomatici, condottieri, generali e politici - si legge - . Emigranti che, spinti dall’ingegno, dalla fede, dal caso o dalla necessità, hanno viaggiato e vissuto in ogni angolo del pianeta, in tutti e cinque i continenti’’. Citando Giovanni Viglezio, originario di Craveggia, che fu rettore delle scuole di Lugano per circa trent’anni nella prima metà del Cinquecento. Ma anche la famiglia De Albertis, di Vanzone e attiva nel settore del commercio del lino, alla quale l’abate di San Gallo Joseph de Rudolfis concesse il brevetto di commercio l’egida abbaziale. Ma anche di Enrico Antonio Augustini da Macugnaga  trasferitosi a Briga per frequentare il collegio dei Gesuiti e poi arruolatosi nelle truppe mercenarie svizzere al soldo del re di Francia e infine avvocato e notaio. Ma anche di altri personaggi che hanno unito Ossola e Vallese, come Paolo Vietti Violi  di Grandson, in Svizzera, nato da una famiglia originaria di Oira, e divenuto un grande architetto.

Un servizio, quello del sito di informazione svizzero, che conferma ulteriormente  lo stretto legame tra queste due terre, legame che neppure le Alpi riescono a rompere.

Renato Balducci

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore