/ Politica

Politica | 10 agosto 2022, 14:00

Premosello, la minoranza diserta il voto sul debito fuori bilancio della Riss

“Preoccupazione su come viene gestita la questione Riss e per le implicazioni fortemente negative che potrebbero esserci”

Premosello, la minoranza diserta il voto sul debito fuori bilancio della Riss

L’argomento portato nel Consiglio comunale del 08/08/2022 e riguardante il punto all’ordine del giorno inerente il debito fuori bilancio, il riconoscimento della legittimità ed il relativo ripiano, rappresenta, in maniera emblematica, l'azione,dal punto di vista politico-amministrativo, messa in campo da questa maggioranza: un coacervo di supponenza, ostentazione di trasparenza (il più delle volte solo a parole ma non nei fatti!) e approssimazione nella gestione amministrativa, con inevitabili conseguenze per il nostro Ente.

Il debito fuori bilancio, pari a EURO 617.377,10, è l’ennesima 'grana' che interessa la struttura RISS .

In merito alla mancata assunzione di impegno di spesa per la proroga alla Coop KCS Caregiver c’è ben poco da aggiungere. Ci corre l’obbligo chiederci,però, dove fosse l’amministrazione comunale ed in particolare il Responsabile del Servizio finanziario e componente di spicco della giunta premosellese Macchi ed il Sindaco, quando si concedeva una proroga alla cooperativa KCS in violazione dell’art. 191 del T.U.E.L..

Riteniamo singolare che, pare, ci sia stata l’assunzione di impegno di spesa per l’altra cooperativa che svolge servizi presso la RISS (seppur per un importo molto più basso) e ci sia stato uno svarione di queste proporzioni per la cooperativa KCS.

Vogliamo soffermarci, ancora una volta, sulle fortissime preoccupazioni che il nostro gruppo ha in riferimento alla capacità per il nostro Ente di poter ripianare questi ingenti debiti fuori bilancio utilizzando risorse provenienti dalle entrate della struttura, il tutto considerando la, presumibile, bassa percentuale di occupazione dei posti letto!

Ricordiamo che, in più circostanze, abbiamo posto l’accento sulle gravi difficoltà che stanno interessando la nostra struttura: questa maggioranza, con l’arroganza politica che la contraddistingue, ha pensato bene di snobbare i nostri appelli rifiutandosi di fornirci informazioni (o fornendole con il contagocce) attraverso 'non risposte' alle interrogazioni, adducendo ragioni di natura formale.

Probabilmente, a breve i fatti, confermeranno quanto da noi più volte asserito e le nostre preoccupazioni verranno confermate!

Purtroppo i nodi che si sono formati e che si stanno formando arriveranno al pettine e il rendiconto anno 2022 avrà contenuti che ci fanno stare in allerta e ci impongono di condividere le preoccupazioni dell’Organo revisore in ordine al piano di rientro dell’ipotizzabile maggior disavanzo ed in merito alla gestione della RISS.

Questi allarmi sono stati indicati nella relazione allegata al rendiconto recentemente discusso in Consiglio comunale che ha avuto il nostro voto contrario.

Riteniamo che questo pressapochismo nell’affrontare il problema RISS, unito a questa mancanza di limpidezza nelle informazioni, aggravati da questa pervicace tracotanza politica , rappresentino fatti di estrema gravità di cui questo spropositato debito fuori bilancio rappresenta solo la punta dell’iceberg.

Alla luce di quanto detto e come dimostrazione di totale disappunto nei confronti della condotta portata avanti da questa maggioranza e delle inevitabili conseguenze che questo comportamento provoca, ritenendo di eccezionale rilevanza negativa quanto è avvenuto e sta avvenendo, abbiamo deciso,consapevolmente, di abbandonare il consiglio comunale, non partecipando alla discussione e alla votazione del punto all’ordine del giorno”.

Così in una nota stampa inviata agli organi d'informazione il gruppo di minoranza consigliare Lista civica Colloro-Premosello-Cuzzago


C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore