/ Vigezzo

Vigezzo | 24 gennaio 2023, 12:00

Dal 16 febbraio torna il Carnevale Vigezzino

In calendario per la 46esima edizione un programma ricco di eventi

Dal 16 febbraio torna il Carnevale Vigezzino

Torna dal 16 al 21 febbraio il Carnevale Vigezzino. Dopo qualche anno di stop e festeggiamenti ridotti causa pandemia, stavolta l’Associazione del Comitato Vigezzino guidata da Paolo Bergamaschi, ha promesso per la 46esima edizione un programma ricco di eventi.

Giovedì 16 febbraio, come di consueto, l’inizio della kermesse, alle ore 18.30 con l’uscita del 'Ul Bazzalesk' il giornalino umoristico; tra le sue pagine si possono trovare vignette, storielle e fotomontaggi satirici, dedicati ai vigezzini protagonisti di qualche situazione divertente. Seguirà l’aperitivo offerto presso il Barlafis a Santa Maria con la presenza del Trapula e la Mariana Bela, le due maschere tipiche vigezzine. Infine la presentazione del programma e il tesseramento 2023 all’Associazione Carnevale Vigezzino.

Sabato 18 dalle 9.30 il giro della valle che comincia dalla Piazza Mercato di Santa Maria Maggiore per poi proseguire a Re, Villette Finero, Malesco. Ci si ferma per il pranzo, poi dalle 14.00 si riparte da Zornasco, passando per Craveggia, Toceno, Buttogno, e infine Druogno. Alla sera la cena e dalle 21.00 il veglione di carnevale con dj Veleno e dj del Carnevale.

Domenica 19 febbraio la tanto attesa sfilata dei carri allegorici e dei gruppi mascherati a Re, alle ore 14.00 con l’arrivo del Trapula e la Mariana Bela. Seguirà la consegna dei riconoscimenti in memoria di Matteo Barbieri e alla sera cena e balli con dj del Carnevale.

Lunedì 20 sarà la volta alle ore 19 della cena con i comitati, in compagnia del Trapula e la Mariana Bela. Alle 21 il Festival delle coreografie della 46esima edizione, a seguire balli con dj del Carnevale. Ultima giornata di festeggiamenti martedì 21 febbraio con il grande “Carnuà di Gugnin” dedicato soprattutto ai più piccoli, con animazione, giochi e divertimento. Al termine il veglionissimo mascherato di fine carnevale con Gianni e la sua fisa.

“Sarà una grande emozione rivedere la sfilata dei carri e le premiazioni” commenta Paolo Bergamaschi. “Partecipo attivamente al Carnevale vigezzino sin da quando ero bambino e cerco di trasmettere tutta la mia passione, specie ai giovani, per la buona riuscita dell’evento”.


Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore