/ Cultura

Cultura | 28 febbraio 2024, 17:00

''Il ritratto di Armando Tami è la storia della sua vita''

L'artista Paolo Stefanelli spiega l'opera realizzata a La Fabbrica, in ricordo del ragioniere poeta che ha lasciato ingenti somme alla comunità ossolana

''Il ritratto di Armando Tami è la storia della sua vita''

‘’Mi ha fatto piacere lo abbiano chiesto a me. Una decisione che mi ha responsabilizzato perché è sempre un esame perché c’è sempre aspettativa in quello che fai. Credo che siano stati soddisfatti del lavoro fatto’’. Così parla Paolo Stefanelli, artista ossolano che a Villa ha vissuto molto e al quale oggi è stato chiesta un’opera che raffigurasse Armando Tami, il poeta ragioniere che ha lasciato all’Ossola 12 miliardi di vecchie lire. E’ di Stefanelli il ritratto oggi visibile al teatro La Fabbrica ed inaugurato domenica in occasione dei 25 anni  dalla morte di Tami.

Cosa abbia voluto raffigurare  lo spiega  a Ossolanews.  ‘’E’ un’opera chiara, che non ho voluto sovraccaricare – spiega Stefanelli - . Ho fatto un Tami rivolto verso la Valle Antrona, che guarda verso la Noga con dietro il pizzo Tonn.  Sotto l’Ovesca scorre sotto il ponte napoleonico, un torrente di  poesie che vanno a confluire in quella specie di libro dove c’è la sua firma. E poi le foglioline che sono la spiegazione del perché a Villa c’è sempre il vento. Una cosa semplice, come la sua vita. Poi  i colori che rappresentano  anche la ricchezza che ha lasciato e che si legano al discorso cromatico’’

Renato Balducci

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di OssolaNews.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore