/ Cultura e spettacoli

Che tempo fa

Cerca nel web

Cultura e spettacoli | 21 marzo 2021, 13:00

“Partigiani di Val Grande”: in due libri scritti da padre e figlio la ricostruzione del rastrellamento del '44

Un racconto corale che abbraccia tutta l’epopea resistenziale del Verbano e dell’Ossola

“Partigiani di Val Grande”: in due libri scritti da padre e figlio la ricostruzione del rastrellamento del '44

E’ prevista nel mese di aprile l'uscita di  'Partigiani in Val Grande. Ricostruzione critica del rastrellamento del giugno ’44. Contesto storico, fatti, protagonisti', libro in due volumi di  Nico e  Lino Tordini, edito da  Alberti libraio di Verbania, in cui i due autori locali effettuano la ricostruzione critica del rastrellamento avvenuto nel giugno del 1944 (nella foto di  VareseNews), "quando 450-500 partigiani male armati, peggio equipaggiati e privi di viveri, furono attaccati da 4-5000 tedeschi e fascisti". Venti terribili giorni di spietata caccia all'uomo, fucilazioni, incendi e saccheggi. Uno dei fatti più rilevanti della resistenza italiana, con un tragico bilancio finale di circa 300 morti fra partigiani e civili. 

L’opera dei Tordini, padre e figlio, patrocinata da Anpi, Associazione Casa della Resistenza e Parco Nazionale Val Grande, è frutto, così si legge, di più di sei anni di lavoro e di ricerca appassionata e minuziosa e si prefigge l'obiettivo di “ fornire un ampio contributo alla ricostruzione della verità storica, in un racconto corale che abbraccia tutta l'epopea resistenziale del Verbano e dell’Ossola”. Si tratta, è bene sottolinearlo, di un  progetto no profit nato grazie a una campagna di crowdfunding che è possibile sostenere (istruzioni nella pagina Facebook intitolata come il libro) facendo una donazione libera o pre-acquistandone una copia.  Nico e Lino Tordini, con alle spalle altre esperienze editoriali analoghe, anticipano in rete che “non si tratta di un libro per soli cultori di storia” e che la ricostruzione di quei giorni del '44 nell’impervia area montuosa tra il Verbano e l'Ossola “è stata integrata con documenti inediti, testimonianze del tutto nuove o mai rese pubbliche e sopralluoghi sul campo”. “Partigiani di Val Grande”, 680 pagine in due volumi, sarà venduto al prezzo di 39 euro. Sono diverse a dire il vero le pubblicazioni, magari anche più "blasonate", edite nel nostro territorio che in questi anni hanno via via raccontato le lotte partigiane avvenute nelle valli e nelle montagne del Verbano Cusio Ossola. Il valore aggiunto di quest’ultima, almeno a sentire chi ha già avuto modo di leggerla, sembrano essere le parti in cui padre e figlio hanno raccolto e divulgato “pezzi” di storia che nessuno ha ancora avuto modo di leggere. Uno sguardo, dunque, sui partigiani della Val Grande originale e per nulla scontato.  “Vuole essere una narrazione quanto più oggettiva possibile dei fatti accaduti, constatato che la verità assoluta non esiste”, hanno detto i due autori. L’operazione vuole fungere da stimolo a una lettura critica dei fatti accaduti tra Ossola e Verbano durante la Seconda guerra mondiale.










Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore