/ Vigezzo

Vigezzo | 22 maggio 2023, 18:45

Malescorto: a fine luglio il festival internazionale di cortometraggi

La XXIII edizione si conferma una delle rassegne più apprezzate per qualità e varietà di proposte: 1.482 i corti visionati dal direttore artistico Paolo Ramoni per la selezione finale

Malescorto: a fine luglio il festival internazionale di cortometraggi

La Valle Vigezzo è da 23 anni la patria dei cortometraggi: grazie al Festival Malescorto, infatti, ospita ogni estate nella sua località più popolosa, Malesco appunto, una delle rassegne più apprezzate per qualità e varietà di proposte.

La ventitreesima edizione di Malescorto si riconferma punto di riferimento per le produzioni internazionali di cortometraggi: sono infatti 1.482 i corti visionati dal Direttore Artistico Paolo Ramoni per la selezione finale.

Numeri che attestano il ruolo di primo piano di questa manifestazione, portando Malesco e la Valle Vigezzo al centro del mondo dei cortometraggi: i lavori che partecipano a Malescorto arrivano dai cinque continenti, dall'Europa all'Asia, dall'America all'Oceania, fino all'Africa, che è rappresentata però quest'anno dal solo Egitto.

Se per l'Oceania il fatto di essere rappresentata al Festival da un unico Paese è un dato in linea con la conformazione geo- economica del continente, per l'Africa quella di quest'anno è un'anomalia. La situazione si spiega molto probabilmente con la congiuntura economico-finanziaria negativa a livello mondiale, causata negli ultimi anni dalla pandemia prima e dalla crisi energetico-alimentare poi: ovviamente sono i Paesi più poveri a pagare più di altri le conseguenze e all'interno delle singole economie i settori maggiormente penalizzati sono spesso proprio quelli legati all'arte e alla cultura.

La certezza è che comunque anche quest'anno il Festival (sostenuto da Regione Piemonte, Ente Parco Nazionale Val Grande, Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori delle province di Novara e VCO e Associazione Musei dell’Ossola), sorprenderà non solo per la quantità delle pellicole partecipanti, ma anche e soprattutto per la qualità dei corti presentati.

Il via di Malescorto 2023 è in calendario lunedì 24 luglio con la serata di apertura del Festival, mentre da martedì 25 a venerdì 28 luglio, ogni sera alle ore 21, il Cinema di Malesco ospiterà il cuore del programma della rassegna, ovvero le proiezioni dei corti della Selezione Ufficiale e le premiazioni delle Selezioni Speciali. Sabato 29 luglio, sempre alle ore 21 nella sala del Cinema di Malesco, gran finale con la Cerimonia di premiazione e proiezione dei corti vincitori della Selezione Ufficiale.

In attesa del Festival, inoltre, venerdì 14 luglio (Cinema di Malesco, ore 21) è in programma il Malescorto Special Award, con la proiezione dei corti delle Selezioni Speciali “Territori” e “Maleschools”.

Di seguito la lista dei paesi dei corti pervenuti alla XXIII edizione:

Europa: Albania, Belgio, Bulgaria, Croazia, Danimarca, Estonia, Francia, Georgia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Italia, Lettonia, Lituania, Macedonia del Nord, Moldova, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Romania, Russia, San Marino, Serbia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Turchia, Ungheria America: Argentina, Brasile, Canada, Cile, Colombia, Costa Rica, Messico, Perù, Repubblica Dominicana, Stati Uniti, Uruguay

Asia: Arabia Saudita, Cambogia, Cina, Corea del Sud, Filippine, Indonesia, Iran, Iraq, Israele, Libano, Malesia, Nepal, Qatar, Siria Africa: Egitto Oceania: Australia

* Sede: Cinema Comunale, Piazza Ettore Romagnoli, Malesco (VB) Contatti: www.malescorto.it – info@malescorto.it – Tel. +39 0324 92444

Per ulteriori informazioni: www.malescorto.it







C.S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di OssolaNews.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore