/ Attualità

Attualità | 14 settembre 2023, 07:50

É il giorno di It-alert, Colombero (Uncem): “Positiva opportunità, per dare più sicurezza e informazione”

“Attendevamo questo sistema da almeno tre anni”

É il giorno di It-alert, Colombero (Uncem): “Positiva opportunità, per dare più sicurezza e informazione”

Oggi alle ore 12 i telefoni cellulari di tutto il Piemonte saranno raggiunti da un messaggio di test IT-alert, il nuovo sistema di allarme pubblico nazionale, e suoneranno contemporaneamente emettendo un suono distintivo diverso dal tradizionale. 

Sul messaggio sarà scritto: "Avvisi di emergenza. IT-Alert. Questo è un messaggio di test del sistema di allarme italiano. Una volta operativo ti avviserà in caso di grave emergenza. Per informazioni vai sul sito www.it-alert.it e compila il questionario". Lo stesso testo sarà riportato in lingua inglese. Superata la fase di sperimentazione, IT-alert consentirà di informare direttamente la popolazione in caso di gravi emergenze imminenti o in corso, in particolare rispetto a casistiche di competenza del Servizio nazionale di protezione civile, come precipitazioni intense, incidenti nucleari, emergenze radiologiche, incidenti rilevanti in stabilimenti industriali, collasso di una grande diga, attività vulcanica.

"Uncem attendeva questo sistema da almeno tre anni - commenta il Presidente della Delegazione piemontese, Roberto Colombero - per dare informazioni chiare e certe a tutti i cittadini, anche a chi non è residente e si trova per lavoro, turismo, o altri motivi in una località nella quale vi è una emergenza. Negli ultimi dieci anni moltissimi Comuni hanno adottato sistemi di informazione ai cittadini. Questi sono stati più o meno utili, sicuramente onerosi. Occorre dunque superarli, anche se in questa prima fase resteranno, e puntare realmente a un sistema unico di informative in caso di emergenza. Su questo occorre puntare nel medio periodo, consentendo anche ai Sindaci maggiori tutele, poi estese a tutti i cittadini per ridurre il rischio. Siamo pronti a proseguire il lavoro con Regione Piemonte e con il Dipartimento nazionale perla Protezione Civile".

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di OssolaNews.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore