/ Attualità

Attualità | 29 novembre 2023, 17:15

''E' la normativa che non permette a Italia Nostra di partecipare alla conferenza dei servizi''

Cava Lorgino, la replica della Provincia dopo l'articolo che riprendeva l'attacco di Italia Nostra per il ''mancato accesso agli atti''

''E' la normativa che non permette a Italia Nostra di partecipare alla conferenza dei servizi''

L’Amministrazione provinciale  risponde all’articolo pubblicato da OssolaNews  il 24 novembre scorso, col quale si riportava il commento di Italia Nostra sulla Provincia,  che avrebbe negato all’associazione ambientalista l’accesso agli atti per la cava Lorgino.


Scrive la Provincia:  

''Innanzi tutto è opportuno premettere che alla Provincia è stata presentata istanza di valutazione impatto ambientale del progetto di variante con ampliamento della cava denominata Lorgino in Comune di Crevoladossola. L’ufficio provinciale competente ha dato avvio al procedimento con la convocazione di apposita conferenza dei servizi, ai sensi dell’art. 14-ter della L.241/90, per la valutazione contestuale del progetto e ha provveduto, come previsto da legge, alla pubblicazione di tutta la documentazione presentata sul sito internet provinciale ai fini della consultazione del pubblico.


La legge prevede che partecipino alla conferenza dei servizi le Amministrazioni e gli enti territoriali potenzialmente interessati e comunque competenti ad esprimersi sulla realizzazione del progetto. A differenza quindi di quanto dichiarato, Italia Nostra non rientra nei Soggetti che fanno parte della conferenza dei servizi e quindi non risulta titolata ad esprimere alcun parere o rilasciare alcuna autorizzazione per la cava in questione. Non è quindi la Provincia ma la normativa che non permette ad Italia Nostra di partecipare, come vorrebbe, alla conferenza dei servizi.


E’ invece previsto da legge per chiunque abbia interesse, compresi i portatori di interessi diffusi costituiti in associazioni, poter prendere visione del progetto e della relativa documentazione e presentare le proprie osservazioni, che l'amministrazione ha l'obbligo di valutare se pertinenti all'oggetto del procedimento.


La Provincia ha quindi provveduto alla pubblicazione di tutta la documentazione prevista nei modi e nei tempi previsti da legge (e, n.b., non secondo criteri di opportunità!), in maniera tale da garantire a chiunque risulti interessato di presentare le osservazioni che saranno valutate, se pertinenti, dagli Enti competenti Di ciò è prova anche il fatto che, nei termini consentiti, Italia Nostra ha avuto modo di proporre propri scritti che sono stati tempestivamente messi a disposizione di tutti gli Enti che dovranno esprimersi nel corso del procedimento.


Al fine di agevolare il più possibile la partecipazione del pubblico al processo decisionale e proprio su proposta della responsabile del procedimento, l’Associazione Italia Nostra sarà invitata, anche se non è un obbligo di legge, ad esporre e spiegare le proprie considerazioni de visu alla conferenza dei servizi, una volta avuto modo di prendere visione del progetto completo delle integrazioni necessarie e comunque prima dell’espressione definitiva degli Enti competenti. Di tale decisione è stata già da tempo informata Italia Nostra''.

 

Redazione

WhatsApp Segui il canale di OssolaNews.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore