/ Cronaca

Cronaca | 07 dicembre 2023, 19:10

Treno 'impazzito' sulla linea del Sempione, proseguono le indagini della Polfer

Non ancora ultimata l'analisi dei dati della scatola nera del locomotore ma gli inquirenti 'guardano' anche alle verifiche fatte alla stazione di partenza di Briga

Treno 'impazzito' sulla linea del Sempione, proseguono le indagini della Polfer

I primi passi dell’indagine sul treno senza freni - che lo scorso 22 novembre ha percorso a 100 all’ora la tratta tra Varzo e lo scalo di Domo 2 - si stanno indirizzando verso alcune verifiche basilari che riguardano soprattutto due punti: le condizioni del treno merci alla partenza dalla stazione di Briga e la possibilità di attuare lo fermare il convoglio anche in guasto di un gusto ai freni.

La Polizia ferroviaria di Domodossola ha fatto analizzare i dati della scatola nera della locomotiva (di proprietà di Sbb Cargo) che trainava gli otto vagoni con i container a bordo,  ma i risultati non sono ancora completi e non sono stati ancora acquisiti nel fascicolo aperto dagli inquirenti sullìaccaduto.

Sotto la lente delle indagini ci sono soprattutto le verifiche che vengono programmate alla partenze del convoglio, verifiche avvenute a Briga, cioè alla stazione di partenza del treno.

Che potrebbe aver viaggiato ‘senza freni’ già Da Briga, anche se solo nella discesa da Varzo verso Preglia il macchinista si sarebbe accorto che il convoglio non frenava. Tant’è che il ferroviere, allarmato per l’impossibilità di ‘governare’ il convoglio, ha deciso di abbandonare il treno, lanciandosi dalla locomotiva in corsa.

Il treno merci ha ben preso presto la velocità di 100 chilometri orari per attraversare Preglia, Domodossola e incanalarsi verso Domo 2.

Certo solo la fortuna ha voluto ed anche l’intervento rapido degli operatori ferroviari lungo la linea ha evitato il peggio. Poiché questi sono riusciti ad incanalare il treno ‘impazzito’ lungo una via di binari che era libera, sino ad arrivare a Domo 2 senza causare scontri i deragliamenti.

Di positivo c’è anche che i deviatori disseminati lungo la linea sono seminuovi, essendo stati cambiati  solo 3-4 anni fa.

Renato Balducci

WhatsApp Segui il canale di OssolaNews.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore