/ Cultura e spettacoli

Che tempo fa

Cerca nel web

Cultura e spettacoli | 28 marzo 2021, 16:00

Isabella Rosa Pivot racconta la corsa allo spazio durante la Guerra Fredda

Il saggio parte dalla ricerca di dominio e colonizzazione del cosmo per raccontare lo scontro di sistemi, se non di civiltà, che coinvolse Usa e Unione Sovietica

Isabella Rosa Pivot racconta la corsa allo spazio durante la Guerra Fredda

Il titolo è a dir poco impegnativo quanto avvincente: 'Implicazioni delle Scoperte Eurospaziali sulle Relazioni Internazionali durante la Guerra Fredda'. L'ultima fatica della scrittrice e giornalista valdostana Isabella Rosa Pivot ricorda che "ogni epoca ha il suo campo di battaglia e il periodo denominato 'Guerra Fredda' ne ebbe molti". E in questo senso la corsa allo spazio fu uno dei più affascinanti: ciascuna tappa costituiva una sfida pressoché impossibile, ma non c’era modo di fare un passo indietro.

"In un’ottica antitetica agli studi più comuni - spiega la stessa autrice - questo saggio parte dalla ricerca di dominio e colonizzazione del cosmo per raccontare lo scontro di sistemi, se non di civiltà, che coinvolse Usa e Unione Sovietica".

Tante e suggestive le domande alle quali il libro crca di rispondere: cosa innescò questa entusiasmante gara tecnica e scientifica? Quali scoperte ne derivarono e conquali implicazioni per le masse? Il dominio dell’etere avrebbe davvero potuto dimostrare lasupremazia delle idee?

Analizzando le peculiarità scientifiche e storiche, attraverso i retroscena politici, giuridici ed economici, nel saggio di Isabella Rosa Pivot vengono riportati in maniera semplice e riassuntiva gli aspetti più salienti della corsa allo spazio dal 1957 al 1990. Un viaggio tra le stelle ai confini della realtà e, sullo sfondo, gli intrighi e l’ostinazione dei padroni del secondo Novecento.

L'opera non è nata per caso: Pivot ha iniziato i propri studi sulla corsa allo spaziodurante la Guerra fredda per la  tesi triennale, per poi proseguirli anche in quella magistrale. Appassionata di storia e astrofisica, l’anno scorso approfittando del lockdown, tra altri vari progetti, ha voluto approfondire maggiormente il tema e così è nato, quasi spontaneamente il saggio. Le fonti, tutte citate nel libro, sono tante e tutte importanti e stimolanti.

La maggiorparte della saggistica che tratta la corsa allo spazio parte dallo scontro di civiltà per narrare le scoperte scientifiche, mentre Isabella Pivot ha sentito il bisogno di fare il discorso inverso, cercando di analizzare in maniera semplice e riassuntiva gli aspetti storici, economici, scientifici, sociologici e anche giuridici di questa entusiasmante gara alla supremazia del cosmo, tenendo però sempre gli occhi puntati al cielo.

L'autrice

Scrittrice, copywriter, giornalista e presentatrice, Isabella Rosa Pivot è un'attenta osservatrice dei cambiamenti sociali e dei rapporti uomo-donna e non potrebbe essere diversamente: è nata ad Aosta nel 1991 nel giorno della Festa della Donna, l’8 marzo.

E' dottoressa magistrale in Relazioni internazionale e sta conseguendo la seconda laurea in Filologia Moderna. Ha iniziato la propria carriera presso l’Ufficio di Rappresentanza della Regione a Bruxelles e ha lavorato per anni come investment advisor per una banca internazionale. Parla quattro lingue (italiano, inglese, francese, tedesco); è istruttrice fitness e di spinning. Questo saggio è il suo secondo libro. Il primo si intitola “Non Ho Tempo. Racconti brevi per trovarlo”, (ed. Effedì) ed è una raccolta tascabile di racconti. Isabella ha già pronto il manoscritto per un romanzo 'pulp femminista'.

Redazione AostaCronaca

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore