/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 10 giugno 2021, 09:00

Ornavasso, multe annullate perché il Photored non era autorizzato

L’avvocato Laura Ferrara: ‘’I verbali sono stati dichiarati illegittimi’’. Il giudice di pace ha già accolto un centinaio di ricorsi

Ornavasso, multe annullate perché il Photored non era autorizzato

‘’Il Giudice di Pace, dott. Filippo Bertozzi, ha accolto i ricorsi presentati annullando i verbali che sono stati dichiarati illegittimi. E’ stato accolto il punto del ricorso con il quale è stata contestata l’assenza di un Decreto prefettizio autorizzativo all’installazione dell’impianto Photored per l’accertamento della violazione di cui all’art. 146 c. 3 Codice della Strada, oggetto della contestazione contenuta nei verbali’’. Così dice l’avvocato Laura Ferrara che ha presentato ricorso per un nutrito numero di automobilisti multati dal ‘contestato’ semaforo all’uscita sud di Ornavasso.

L’avvocato Ferrara ci ha contattati dopo il nostro articolo nel quale riprendevamo la nota del Comune di Ornavasso in merito alla sentenza del giudice di pace.  

Nella nota, il Comune scriveva che ‘’il Giudice di Pace di Verbania si è pronunciato con riguardo ai ricorsi presentati avverso le sanzioni per il passaggio con il semaforo rosso annullando alcune sanzioni e confermandone altre. Pur non essendo ancora stata pubblicata la sentenza la ragione dell'annullamento consisterebbe nel non aver riportato sui verbali da parte della Polizia Locale il decreto prefettizio di autorizzazione che è stato peraltro regolarmente depositato in causa. Tutte le eccezioni relative al mancato o errato funzionamento delle apparecchiature ovvero alla non conformità delle stesse o della relativa segnaletica sono invece state rigettate’’.

Ora il legale, che rappresentava diversi automobilisti, fa notare invece che ‘’l’installazione dell’impianto di rilevamento automatico non era stata infatti autorizzata dal Prefetto con suo decreto, come invece impone l’art. 201 C.d.S. comma 1-quater nel caso in cui tali impianti siano da installarsi al di fuori dei centri abitati, come nel nostro caso.  Inoltre, nei verbali di contestazione delle violazioni non è (conseguentemente) indicato alcun riferimento al Decreto Prefettizio autorizzativo, mancata indicazione che è motivo insanabile di nullità dei medesimi verbali perché vìola il diritto di difesa. Preciso che i ricorsi da me presentati sono stati tutti accolti da entrambi i Giudici di Pace di Verbania che ad oggi sono complessivamente circa 80’’

Martedì invece l’altro giudice di pace, Silvia Cristina Terracciano, si è espressa su altri 22 ricorsi accogliendoli ed annullando in tutto i verbali. Le sue sentenze saranno pubblicate tra 15 giorni. Mentre altre udienze sono fissate tutte per i mesi di giugno e luglio.

 

Renato Balducci

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore