/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 14 luglio 2022, 18:00

A Domodossola la grande mostra sulla donna nell'arte da Boldini a Picasso FOTO E VIDEO

L'esposizione rimarrà aperta fino a dicembre. È curata da Federico Troletti Conservatore dei Musei Civici e Antonio D'Amico conservatore dei musei della Fondazione Bagatti Valsecchi

A Domodossola la grande mostra sulla donna nell'arte da Boldini a Picasso FOTO E VIDEO

“Oggi aggiungiamo un nuovo tassello al rilancio culturale di Domodossola, portiamo in città una mostra di respiro nazionale con la grande arte che normalmente vediamo nelle grandi città europee”. Lo ha detto il sindaco Lucio Pizzi , stamattina, alla presentazione della mostra sul ruolo della donna tra gli ultimi anni dell’Ottocento e i primi del Novecento. La mostra resterà aperta fino a dicembre. a Palazzo San Francesco.

L'esposizione dal titolo “Nel segno delle donne. Tra Boldini, Sironi e Picasso” è curata da Federico Troletti Conservatore dei Musei Civici e Antonio D'Amico conservatore dei musei della Fondazione Bagatti Valsecchi, già direttore dei musei civici di Domodossola.

In mostra oltre ai quadri di artisti famosi anche il sontuoso mantello a strascico indossato dalla Regina Margherita, esposto in un allestimento che pone il manto in dialogo con il ritratto della regnante, accessori dell’epoca e fotografie. Esposti quadri con soggetto la donna, dipinti da Zandomeneghi, Mario Cavaglieri, Giovanni Fattori, Silvestro Lega, Vittorio Amedeo Corcos, Giacomo Grosso, Cesare Maggi, Carrà, Pellizza da Volpedo, fino a Sironi, Modigliani e Picasso.

Il percorso offre al visitatore oltre settanta opere tra dipinti, sculture, macchine fotografiche d’epoca, abiti e fotografie, poste fra loro in una serie di accostamenti che indagano le interconnessioni tra le varie manifestazioni della modernità, ponendo sempre al centro della ricerca la città di Domodossola che in quell'epoca era più che mai viva protagonista dei tempi.

La mostra è realizzata dal Comune di Domodossola in partnership con la Fondazione Paola Angela Ruminelli, con il supporto del Museo Bagatti Valsecchi di Milano e il contributo della Fondazione Cariplo e il sostegno di Soc. Coop. Pediacoop, Ultravox Srl e Studio Abc, Centro Sos Dislessia di Domodossola. La mostra si avvale di prestiti e della collaborazione dell'Istituto Matteucci.

Soddisfatto l’assessore Daniele Folino: “Dopo le restrizioni legate alla pandemia, è un momento straordinario, Domodossola finalmente riparte con le grandi mostre, dopo l’interruzione del 2020 e 2021, con un progetto di assoluta qualità artistica, che entusiasmerà visitatori e cittadini. L’offerta culturale, già ricca con le collezioni permanenti di Palazzo San Francesco,cresce. Grazie aa Antonio D’Amico e Federico Troletti che hanno realizzato un percorso espositivo di pregio, così come ci inorgoglisce la partnership con il Museo Bagatti Valsecchi di Milano che pensiamo di proseguire in futuro”.



La Domodossola del primo Novecento rivive grazie alle parole del grande poeta Giovanni Pascoli, del quale sono esposti alcuni scritti autografi: Pascoli si era adoperato in prima persona per raccogliere fondi utili per la costruzione a Domodossola di un ospizio per gli emigranti e, quando nel 1906 fu inaugurato dalla Regina Margherita e da monsignor . Bonomelli, il poeta inviò un'epigrafe che fu posta sulla facciata del palazzo.

Antonio D’Amico, già direttore dei Musei Civici di Domodossola, ricorda che “è questo un progetto di ampio respiro, nato prima dell’ondata pandemica e che adesso vede la luce con una nuova spinta e una visione più allargata e condivisa con il nuovo Conservatore, Federico Troletti. La bellezza di tornare a Domodossola, studiandola dal cuore di Milano e grazie all’accordo tra il Comune e la Fondazione Bagatti Valsecchi, mi concede un’analisi del mondo femminile tra fine Ottocento e gli anni ’40 del Novecento, mettendo in evidenza la bellezza della pittura, con la sua palpabile sensualità, l’eroica visione del mondo e della società tra centro e periferia”.

“Questa esposizione è un’occasione per assaporare la bellezza -aggiunge Federico Troletti, conservatore dei Musei Civici di Domodossola –. La mostra porta a dialogare con i grandi anche artisti meno noti, con opere inedite, proponendo quindi nuovi filoni di ricerca. Sono grato ad Antonio D’Amico che ha voluto condividere questo suo primordiale progetto espositivo con un gruppo di ricercatori. Tra questi Elena Pontiggia e Stefano Bosi, esperti conoscitori del periodo che offrono spunti di riflessione sui grandi nomi presenti in mostra; Silvia Malaguzzi, che con un’indagine trasversale alle opere delinea l’evoluzione e l’uso del gioiello; e Paola Caretti, che con studi inediti offre una lettura storico-sociale che annienta il divario tra periferia e centro. Si tratta di una mostra che osa, crea delle suggestioni, traccia un percorso di ricerca, stimola la curiosità e porta a riflettere il visitatore, come i curatori, sugli effetti dell’arte sulla società e della società sulle manifestazioni della creatività umana”.

Giorni e orari d’apertura

fino al 9/10/2022: da giovedì a domenica: 10-13 / 15-19 dall’11/10/2022: da giovedì a domenica: 10-13 / 15-18 Chiusure o aperture straordinarie saranno comunicate
sulle pagine Facebook e Instagram di Palazzo San Francesco @palazzosanfrancesco.domodossola @palazzosanfrancesco

Costi del biglietto

€ 8,00 intero e ingresso fisso in caso di eventi in Museo
€ 6,00 ridotto over 65, tesserati AMO
€ 3,00 ridotto bambini/ragazzi da 6 a 19 anni, universitari, guide interpreti e accompagnatori turistici senza gruppo, scuole, diversamente abili
€ 15,00 famiglia (genitori con almeno un figlio)
€ 2,00 scuole
Gratis: bambini fino 5 anni, accompagnatore diversamente abili, docenti accompagnatori classi scuole, guide turistiche dell’UE e interpreti turistici (quando occorra la loro opera a fianco della guida) nell'esercizio della propria attività professionale; giornalisti; studiosi e ricercatori con esigenze attestate dalle istituzioni di appartenenza

Visite guidate

€ 10,00 fino a n°5 persone, € 2,00 a ogni persona aggiunta
€ 2,00 a persona (n°12 persone minimo) per visita guidata extraorario di apertura del Museo € 2,00 a alunno/studente per le scuole
(tutte le visite vanno preventivamente prenotate)

Info e prenotazioni

cultura@comune.domodossola.vb.it cell. 3385029591

 

 

 

 

 

 

Mary Borri

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore