/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 11 agosto 2022, 18:00

Festival Sentieri e Pensieri, la Val Vigezzo ricorda Benito Mazzi

Il 18 agosto una giornata d'anteprima dedicata allo scrittore e giornalista scomparso in aprile

Festival Sentieri e Pensieri, la Val Vigezzo ricorda Benito Mazzi

Il ricco calendario del Festival Sentieri e Pensieri 2022 sarà anticipato da una giornata d'anteprima dedicata a Benito Mazzi. Giovedì 18 agosto alle ore 18 nel Parco di Villa Antonia (Teatro Comunale in caso di maltempo) sarà ricordato lo scrittore, giornalista ed editore in occasione della ristampa del suo 'Nel sole zingaro' a cura di Interlinea e con la prefazione di Bruno Gambarotta

Saranno proprio Gambarotta, Direttore Artistico di Sentieri e Pensieri e l’editore novarese Roberto Cicala a dialogare con Andrea Raimondi, autore de 'Il multilinguismo degli scrittori piemontesi. Da Cesare Pavese a Benito Mazzi', e con il Direttore di VCO Azzurra TV Maurizio De Paoli per tracciare un ritratto di Mazzi, in ricordo del suo inconfondibile stile e delle radici vigezzine delle sue storie. “Un primo omaggio -spiegano gli organizzatori- 'per prenderci l’impegno di collocare Benito Mazzi al posto che merita nel panorama della letteratura italiana del ‘900, per citare le parole di Bruno Gambarotta”.

Benito Mazzi è inoltre protagonista dell'ultimo numero della rivista di cultura e poesia italiana "Microprovincia" a cura di Franco Esposito intitolato Letteratura di frontiera. Autori ossolani. Contini, Ramella, Bagneri, Mazzi: una raccolta di testimonianze e percorsi letterari differenti che condividono il legame con il territorio ossolano, che pur essendo ristretto offre stimoli e ricchezze

Benito Mazzi, giornalista, scrittore e studioso di tradizioni alpine, negli ultimi anni anche libraio a Santa Maria Maggiore, ha vissuto sempre in valle Vigezzo, dove ha ambientato quasi tutti i suoi libri, pubblicati con molte case editrici (tra cui Rizzoli per Almeno quest'anno fammi promosso e Priuli & Verlucca per Fam, füm, frecc. Il grande libro degli spazzacamini e altri) e spesso tradotti all’estero. Tra i volumi di narrativa editi da Interlinea ricordiamo Nel Sole zingaro. Storie di contrabbandieri (prima edizione 1997, Selezione Premio Strega), Quando abbaiava la volpe, Un uomo che conta (Selezione Premio Bancarella Sport), L’aquila di Tappia al Giro d’Italia (con Marco Della Vedova), Gli invincibili della neve e, per i bambini, la storia di Natale Il sogno di Gibo. Più di recente, La ragazza che aveva paura del temporale, con presentazione di Giuliana Sgrena, Sento che domani vinciamo. Una tragica storia di pallone (presentazione di Marco Cattaneo) e Il falsario sognatore. Un bohémien di provincia. È mancato nell’aprile 2022 all’età di 83 anni.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore