/ Attualità

Attualità | 19 agosto 2022, 19:00

Dopo i lavori di riqualificazione, i domesi tornano in piazza Madonna delle Neve

Dopo la riapertura, turisti e residenti si fermano estasiati a guardare e fotografare questo angolo della città che ha cambiato letteralmente aspetto

Dopo i lavori di riqualificazione, i domesi tornano in piazza Madonna delle Neve

Terminati i lavori di pavimentazione, dal 28 luglio, i domesi si sono riappropriati di piazza della Madonna delle Neve, che è stata aperta ai pedoni dopo essere stata riqualificata. I primi turisti in visita nella città scattano foto, ma non solo loro: gli stessi domesi si fermano estasiati a guardare questo angolo della città che ha cambiato letteralmente aspetto e ad immortalare la piazza con i loro cellulari.

Il collegio Rosmini appare ancora più maestoso senza gli alberi davanti e con la nuova pavimentazione in pietra che ha sostituito l'asfalto. Anche la recinzione del Collegio sarà più l”leggera” : è ormai al termine la demolizione della recinzione in cemento, al suo posto una in ferro meno impattante.

Senza le auto davanti, anche la chiesa della Madonna della Neve è stata valorizzata.

Si tratta di parte di un grande progetto denominato dal Borgo della Cultura al Sacro Monte Calvario, frutto di un accordo di programma che ha visto partecipi il Comune, la Sovrintendenza, l'Ente di gestione Sacri Monti, la Parrocchia e i Rosminiani e che ha ottenuto un finanziamento della Fondazione Cariplo per 1,1 milioni di euro. Un intervento che renderà più appetibile, dal punto di vista turistico, la città. In pratica ci sarà una riqualificazione della viabilità che da Piazza Tibaldi porta ai piedi della via Crucis del Calvario: la pavimentazione con serizzo e palissandro è in linea con lo stile degli interventi già eseguiti in via Galletti e corso Fratelli di Dio. Un investimento di oltre 3 milioni di euro. Un progetto di grande valenza per il turismo in generale e per quello religioso in particolare. I lavori per riqualificare il collegamento tra il Borgo della Cultura e il Sacro Monte Calvario patrimonio Unesco erano partiti a fine luglio del 2021.

Viene valorizzata allo stesso tempo l'architettura locale e nascono nuovi spazi per la convivialità. Questa mattina, pur con il cantiere di via Rosmini ancora in parte aperto, i bar della via erano affollati. 

“Siamo fruitori quotidiani della piazza- dice Carlo Teruzzi, rettore del Rosmini International Campus- e siamo contenti dell'operazione messa in campo dall'amministrazione che ha valorizzato anche questo angolo prospiciente il Santuario della Madonna della Neve e poi anche delle nostre scuole che sono fortemente valorizzate da questo. Resto convinto che la bellezza anche dal punto di vista urbanistico faccia venire voglia ai domesi e non solo ai domesi di vivere la città in ogni suo angolo e in ogni suo aspetto”.

“Da un anno vivo a Preglia ma per molti anni ho abitato a Domodossola e la frequento spesso – dice Elisa Sinigallia- questi lavori stanno cambiando faccia in positivo alla città, penso che il sindaco abbia fatto un bel lavoro anche se si crea un pochino di disagio agli automobilisti per i parcheggi, ma ne vale la pena”. A settembre sarà riaperta al traffico veicolare la via Rosmini le auto però non potranno circolare davanti alla piazza della Madonna della neve e al Collegio che resterà chiusa al traffico, ma circoleranno nelle vie sul retro della chiesa.

Mary Borri

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore