/ Formazza

Formazza | 24 giugno 2023, 08:20

Escursionismo, torna la Giornata del Sentiero Italia Cai

Montani: “Il Club alpino italiano intende rilanciare ulteriormente il progetto, infrastruttura green indispensabile allo sviluppo del turismo montano sostenibile”

Escursionismo, torna la Giornata del Sentiero Italia Cai

Un programma di escursioni diffuso in 18 regioni per promuovere la conoscenza del Sentiero Italia CAI nei singoli territori, con le ricadute positive che un turismo responsabile, di scoperta e attento all'ambiente è in grado di lasciare in aree montane non sempre interessate da grandi flussi di visitatori, ma non per questo meno meritevoli di essere frequentate.

Domenica 25 giugno è in programma la seconda edizione della “Giornata nazionale Sentiero Italia CAI”, organizzata dal Club alpino italiano lungo le tappe e i borghi toccati dai quasi 8000 km dell'itinerario escursionistico che tocca tutte le regioni italiane.

Le escursioni, curate dai Gruppi regionali e dalle Sezioni del Cai, saranno caratterizzate da sviluppi, dislivelli e durate accessibili anche ai camminatori non esperti. In diversi casi, la giornata prevederà visite ai borghi montani toccati dall'itinerario, per scoprire tradizioni e produzioni enogastronomiche locali. Nel Vco è in programma a Formazza l'escursione intersezionale fino al Vannino dal titolo “La montagna e i segni del cambiamento climatico” con lo scrittore e giornalista Paolo Crosa Lenz, vicepresidente del Cai piemontese. Dettagli e prenotazioni https://www.cai.it/giornata-<wbr></wbr>sicai-2023/

Il Sentiero Italia CAI

Il Sentiero Italia CAI (SiCAI) parte da Santa Teresa Gallura, in Sardegna, e termina a Muggia, in provincia di Trieste, unendo tutte le regioni italiane attraverso la percorrenza a passo lento dei territori montani alpini e appenninici, con la loro varietà ambientale e culturale. L'itinerario, oggetto di una continua attività di manutenzione da parte di centinaia di volontari del Cai in tutta Italia, è oggi suddiviso in 527 tappe, per una lunghezza compressiva di 7949 km. I punti di accoglienza nei pressi del percorso sono attualmente 261, mentre il punto più alto dell'itinerario è la Bocchetta dei Tre Signori, in Lombardia (3098 m).

«Il Club alpino italiano intende rilanciare ulteriormente il progetto del Sentiero Italia quale spina dorsale dell'immensa rete sentieristica che rappresenta l'infrastruttura green indispensabile allo sviluppo del turismo montano sostenibile», afferma il Presidente generale, il verbanese Antonio Montani. «Il Cai, con tutti i suoi volontari, è chiamato ancora una volta ad essere protagonista per rendere evidente alla società tutta che uno sviluppo della montagna responsabile ed ecologico è possibile».

La tavola rotonda di Bergamo

Oltre alle escursioni, sabato 24 giugno al Palamonti di Bergamo (ore 15.30), si terrà la tavola rotonda “Sentiero Italia CAI: l'emozione di scoprire insieme territori e paesi”, organizzata dal Gruppo di Lavoro "Sentiero Italia CAI" del Club alpino italiano.L'appuntamento, inserito nel programma della 24 esima Settimana Nazionale dell'Escursionismo del Sodalizio, si incentrerà sulla potenzialità del Sentiero di diventare un potente sistema e un patrimonio di azioni e informazioni in grado di generare significative ricadute territoriali dal valore sociale ed economico. Si parlerà di escursionismo, sentieri e cartografia, da trattare in modo sinergico per garantire percorribilità e accompagnamento.

«Tra i più importanti per estensione e complessità, il Sentiero Italia CAI può diventare concretamente uno strumento e un laboratorio nazionale per sperimentare ed attuare strategie ed azioni di valorizzazione territoriale», afferma il Vicepresidente generale del Club alpino italiano Giacomo Benedetti. «È una vera e propria "infrastruttura verde", che non impatta sull'ambiente, la cui valorizzazione può contribuire al monitoraggio del territorio individuando le criticità e le possibili azioni da intraprendere per mitigare la crisi climatica, lo spopolamento dei paesi e per stimolare un corretto progresso socio-economico dei territori montani».

Le escursioni sono aperte anche ai non Soci Cai, previa sottoscrizione della copertura assicurativa e autorizzazione alla partecipazione delle Sezioni organizzatrici. Tutti i dettagli dei singoli appuntamenti sono disponibile su www.cai.it



C.S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di OssolaNews.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore