/ Viabilità e trasporti

Che tempo fa

Cerca nel web

Viabilità e trasporti | 28 marzo 2021, 11:00

Riqualificazione stazione, RFI non risponderà dell'inquinamento acustico ed elettromagnetico?

Preoccupa l'accordo con il Comune di Domodossola. Secondo l'assessore Falciola però ''è solo uno strumento di indirizzo che precede l'accordo di programma sugli interventi da fare in futuro’’.

Riqualificazione stazione, RFI non risponderà dell'inquinamento acustico ed elettromagnetico?

E’ stato firmato poche settimane fa il protocollo siglato un mese fa tra il Comune di Domodossola, FS Sistemi Urbani e Rfi (Rete Ferroviaria Italiana) per riqualificare la stazione ferroviaria internazionale di Domodossola e le aree limitrofe E che dovrebbe servire a ‘’migliorare le condizioni di sicurezza e di vivibilità delle aree della stazione, che passerà attraverso l’inserimento di nuovi servizi utili ai cittadini favorendo il rilancio di servizi turistici”.

Un’operazione di valorizzazione e riqualificazione delle aree attorno alla stazione ma anche di zone che in passato proprio le Ferrovie hanno trascurato.

Ma il protocollo d’intesa lascia qualche dubbio nell’articolo 7 che pare esonerare RFI da eventuali cause riguardanti il problema dell’inquinamento acustico ed elettromagnetico. Un tema da poco rilanciato nella vicina Crevoladossola dove tornano a farsi sentire le persone che denunciano come l’aumento dei treni hupac stia creando disagi a chi abita a ridosso della linea del Sempione.

Nell’accordo siglato tra il Comune di Domodossola e RFI il tema inquinamento parrebbe dunque trovare spazio solo per salvaguardare RFI.

Infatti l’articolo 7 cita che ‘’l’impegno da parte dei ‘’terzi sviluppatori, compreso il comune di Domodossola, in relazione alla ridotta distanza dei luoghi dagli impianti ferroviari-linea ferroviaria in esercizio, al grado di rumorosità determinato in ragione della suddetta distanza dalla circolazione dei treni, dall’esercizio delle attività. Ad esonerare espressamente RFI da qualsiasi pretesa o molestia che le venisse mossa in relazione alla riferita situazione dei luoghi e, in particolare, a rinunciare, senza alcun limite o condizione per se, per aventi causa a qualsiasi titolo, per i successori, a richiedere l’installazione di barriere antirumore. L’impegno a non sollevare pretese e a non richiedere indennizzi di alcun genere per eventuali danni provocati da campi elettrici, o disturbi provocati da rumori, vibrazioni, polveri che possono essere presenti in prossimità degli impianti ferroviari dichiarando di essere a perfetta conoscenza della situazione di fatto del sito’’.

Ma l’assessore alla pianificazione territoriale Franco Falciola tranquillizza chi ipotizza si tratti di un accordo che salvaguardi le Ferrovie in tema di inquinamento. ‘’Questo è solo uno strumento di indirizzo. Il protocollo rappresenta la base di partenza per confluire poi nel piano generale di sviluppo che è il Masterplan; successivamente sarà fatto un accordo di programma che prevedrà l’identificazione e la cronologia degli interventi nei prossimi anni’’.

La speranza è che il Comune induca RFI ad impegnarsi su questi temi ad oggi trascurati in Ossola.

Tra l’altro anche l’articolo 10 dell'accordo suscita qualche dubbio. Si legge: ‘’Al fine di tutelare l’immagine e la reputazione delle Parti, le stesse si impegnano a concordare preventivamente le eventuali modalità di comunicazione, promozione e diffusione (conferenze/comunicati stampa, eventi etc.) dei contenuti del presente accordo, assicurando che le stesse risultino in linea con le rispettive policy di comunicazione esterna e relazione con i media. Le parti si impegnano a non portare a conoscenza di terzi informazioni, dati tecnici, documenti e notizie di carattere riservato di cui il personale comunque impiegato nello svolgimento delle attività oggetto del presente atto venga a conoscenza in sede di attuazione del medesimo, fatta salva l’applicazione delle disposizioni normative vigenti in tema di accesso agli atti’’.

Non si capisce cosa RFI tema da una maggior trasparenza attraverso i media riguardo lavori che interessano la città.

Renato Balducci

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore