/ Attualità

Attualità | 10 agosto 2021, 17:40

Don Nicola Salsa sarà il nuovo assistente spirituale dell’Avas a Re

Succede a don Simone Taglioretti, nominato parroco di Armeno

Don Nicola Salsa sarà il nuovo assistente spirituale dell’Avas a Re

Passaggio di testimone a Re per l'assistenza spirituale ai volontari dell'Avas Ossola. L'impegno passa da don Simone Taglioretti che ora è parroco ad Armeno, Sovazza e Coiromonte a don Nicola Salsa, collaboratore della parrocchia di Domodossola. Una quarantina di volontari guidati dalla presidente Alessandra Bergamini il 21 luglio hanno preso parte alla messa in Santuario, presieduta da don Giancarlo Iulita e concelebrata da don Nicola Salsa e don Simone Taglioretti.

Sia don Nicola che don Simone al termine della messa hanno espresso i loro saluti ai volontari. «L'immagine che abbiamo davanti è un'immagine ferita che è stata profanata . Da quest'immagine è sgorgato l'amore di Dio – ha detto il nuovo assistente spirituale don Nicola Salsa guardando all'affresco miracolo di Re - ; questo è l'impegno dell'Avas di fronte alla sofferenza di tanti anziani, ammalati dobbiamo rispondere con il nostro amore offrendo più che le nostre forze, il nostro cuore, la nostra compassione e affidandoci a Maria vogliamo che il Signore sia vicino a ciascuno di noi nelle iniziative che speriamo presto riprenderanno, che esse possano trovare in ciascuno di noi un cuore pronto e attento ».

Don Nicola ha concluso poi con un ringraziamento al suo predecessore don Simone.

«Siamo stati chiamati a seguire la strada che il Signore ci offre davanti, in posti diversi e a servirlo in persone diverse. Siamo insieme però – ha detto don Simone - sotto lo sguardo di Maria. Veniamo da un tempo difficile. Un invito nella ripresa per un servizio non solo fine a se stesso, dare un te, aiutare gli anziani a colorare durante i laboratori , accostarsi ai letti dei malati. Questo tempo ci ha imposto la sala degli abbracci. In questo tempo non c'è stato bisogno nelle case di riposo di televisori al plasma, di letti nuovi. Questo tempo ci ha spogliato delle cose e ci ha detto che è essenziale fare bene bene l'essenziale l'abbraccio. Dobbiamo ripartire da quest'esigenza e andare incontro all'altro con più slancio e più verità».

Dopo la messa è seguito il pranzo con la consegna di un omaggio e i ringraziamenti a don Simone da parte dei volontari Avas.

Mary Borri

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore