/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 01 dicembre 2021, 19:30

‘Damua’ premiato al festival internazionale del cinema di Salerno

Il cortometraggio ossolano è in gara anche ad Asti e Nuova Delhi

‘Damua’ premiato al festival internazionale del cinema di Salerno

'Damua - La solitudine ai tempi del Virus',  il cortometraggio prodotto dall'ossolana DomoMetraggi, è stato premiato sabato 27 novembre, con una targa nella sezione cortometraggi, alla 75° edizione del Festival internazionale del cinema di Salerno. A ritirare il premio il regista Marzio Bartolucci e Alberto Lepri, che ha curato la fotografia. Il primo progetto cinematografico della DomoMetraggi, ispirato ad un racconto di Alessandro Chiello, sta riscuotendo successo e consensi.

Il film è stato realizzato grazie ai fondi raccolti attraverso sponsorizzazioni, autofinanziamento e crowdfunding. "È stata una bella emozione, il festival di Salerno è prestigioso - ha detto il regista Marzio Bartolucci – . Il  lavoro è stato selezionato su 350 cortometraggi. Un risultato che ci riempie di orgoglio".

Damua è stato selezionato inoltre anche per il festival del cinema di Asti e per un festival del cinema a Nuova Delhi.

Il lavoro ha un fine duplice: raccontare il lockdown e far conoscere Domodossola e in particolare il Sacro Monte Calvario, patrimonio Unesco, località alla quale è molto legato Chiello che vi ha ambientato altri suoi racconti. Ad interpretare Damua è stata Sabrina Borsotti; per la parte del commissario Eugenio Cecchi è stato scelto un attore di grande esperienza: Fabrizio Rizzolo. La fotografia è di Alberto Lepri e la colonna sonora di Roberto Olzer.

"Ho scritto il racconto 'Damua, la solitudine al tempi del virus' in una solitaria serata del primo lockdown; ora il cortometraggio vince un premio prestigiosoun bel percorso" commenta Alessandro Chiello. 

Mary Borri

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore