/ Attualità

Attualità | 28 gennaio 2024, 09:10

Frontalieri, il sindacato Unia organizza un'assemblea per i lavoratori del Vco

L'incontro è previsto per mercoledì 31 gennaio a Santa Maria Maggiore

Frontalieri, il sindacato Unia organizza un'assemblea per i lavoratori del Vco

Negli ultimi mesi si è a lungo discusso sulla situazione dei frontalieri, con diversi argomenti che hanno sollevato perplessità e malcontento nei lavoratori che quotidianamente attraversano il confine tra Italia e Svizzera. Proprio per discutere su questi temi, uno tra tutti la tassa sulla sanità imposta dal Governo, il sindacato Unia Ticino e Moesa ha indetto un’assemblea rivolta a tutti i frontalieri residenti nel Vco, in programma mercoledì 31 gennaio, alle ore 20.00, nella sala consiliare dell’Unione Montana Valle Vigezzo a Santa Maria Maggiore. Di seguito la nota diffusa dai sindacalisti svizzeri:

“Mai come negli ultimi mesi la situazione per i lavoratori e le lavoratrici frontalieri è stata soggetta a discussioni e modifiche. A partire dal nuovo accordo fiscale tra Svizzera e Italia, entrato in vigore in via definitiva il 1° gennaio scorso. Stessa data dalla quale sono validi i nuovi accordi sul telelavoro. Appena qualche giorno prima, il 29 dicembre, il Parlamento italiano votava la legge di bilancio, nella quale era contenuta l'inaccettabile "imposta sanitaria”, da subito contestata e combattuta dal nostro sindacato, in collaborazione con le altre sigle sindacali.

Infine, al momento di scrivere questo volantino, non è ancora chiaro come evolverà la questione dell'aumento delle soglie NASPI, previste dalla legge di ratifica del nuovo accordo fiscale sulla base del memorandum d'intesa firmato con il governo.

In Ticino poi, la situazione del mercato del lavoro è sempre più difficile: salari bassi e dumping salariale oramai generalizzati, carovita non sempre riconosciuto e contratti collettivi non sempre rispettati. Anche su questi aspetti vogliamo discutere, per organizzare le risposte necessarie a migliorare le nostre condizioni di lavoro.

Per discutere di tutto questo, e portare avanti la reazione sindacale a questi attacchi dei nostri diritti, il sindacato Unia Ticino e Moesa invita tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori frontalieri residenti nella regione Vco ad un'assemblea sindacale che si svolgerà mercoledì 31 gennaio”.

Redazione

WhatsApp Segui il canale di OssolaNews.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore