Ancora un attacco del lupo di Valle Anzasca

Macugnaga, dopo il grido di allarme degli amministratori e degli allevatori, sbranato un puledro all’alpe Motta

valle anzasca -

L’ennesimo attacco in una valle che ha già subito molte predazioni e che sta reagendo per  cercare  soluzioni ad una situazione che sta danneggiando gli allevatori. L’incontro di Bannio di sabato scorso è una conferma che la situazione appare critica.

L’sos era stato lanciato anche dal sindaco di Macugnaga, Stefano Corsi, che ha denunciato i problemi della montagna. Una situazione sottovalutata sotto tutti gli aspetti, tanto che Corsi era stato severo con chi non raccoglie le istanze dei residenti delle valli, alle prese con molti problemi quotidiani, con troppi vincoli, limitazioni  e lungaggini burocratiche. Corsi non era stato tenero con la Regione Piemonte, affermando che a Torino non sanno neppure dove sia Macugnaga. ‘’Un attacco che non era diretto ai politici – dice – ma ai funzionari con i quali gli amministratori si trovano a che fare. Mi sono sentito chiedere dove sia Macugnaga rispetto ad Alagna. I politici ci stanno aiutando ma spesso ci scontriamo con le resistenze dei funzionari’’.

Ricerca in corso...