Alla guida con un tasso alcolico di 4 volte oltre il limite, minaccia i Carabinieri. Denunciato un 53enne di Villa

L'uomo aveva cercato di allontanarsi da un locale dove erano stati chiamati i militari

DOMODOSSOLA -

I Carabinieri della Stazione di Domodossola, con i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno deferito in stato di libertà G.M. 53enne domiciliato a Villadossola, che, durante un controllo notturno alla circolazione stradale effettuato il 12 settembre, in via Italia a Domodossola, è risultato positivo al test etilometrico con un tasso ben 4 volte superiore al consentito e pari a 2,85 Gr/L.

L’uomo di origini sarde, in compagnia di un amico, era stato segnalato ai Carabinieri da alcuni passanti, perché ad alta voce e con frasi offensive, stava creando disturbo agli avventori di un bar. All’arrivo dei militari, si era quindi messo alla guida della propria autovettura per allontanarsi dal locale ma, poco dopo aver imboccato la via, ha iniziato a condurre il veicolo ziGzagando pericolosamente e, all’altezza del civico 80, ne ha perso il controllo, andando collidere con 2 autovetture parcheggiate sulla medesima via. Fortunatamente il sinistro, oltre alla collisione con le auto parcheggiate, non ha avuto conseguenze peggiori o coinvolto altri veicoli ed i passanti presenti. I carabinieri prontamente intervenuti, una volta accertatesi delle condizioni di salute del guidatore e che non vi fossero altre persone coinvolte, hanno proseguito con gli accertamenti del caso.

Alla richiesta posta dai militari al conducente di sottoporsi, tramite test etilometrico, all’esame per l’accertamento dello stato di ebrezza alcoolica, quest’ultimo, molto innervosito, si rivolgeva ai militari con frasi minacciose, irritato dalle possibili conseguenze per le azioni commesse, cercando di farli desistere dagli accertamenti. Ai sensi del Codice della Strada, il veicolo su cui viaggiava è stato sottoposto a sequestro, mentre la patente è stata contestualmente ritirata. L’uomo, è stato conseguentemente denunciato per le minacce.

C.S.
Ricerca in corso...